Nuovo sbarco di profughi a Taranto. Domani mattina l’arrivo di un pattugliatore della Guardia Costiera Italiana con a bordo oltre 1000 persone. Si tratta di 682 uomini, 114 donne  e 256 minori.

A bordo ci sarebbe anche un cadavere.

L’approdo era previsto per la giornata di oggi, ma le avverse condizioni meteo hanno fatto slittare l’arrivo di 24 ore. Attivata la macchina dei soccorsi e dell’accoglienza con il coordinamento della prefettura e del comune di Taranto. Al lavoro la polizia muncipale di Taranto, gli uomini del 118, della croce rossa, della protezione civile e delle forze dell’ordine.

I migranti saranno identificati nell’hotspot al porto di Taranto. Nel pomeriggio di sabato si è svolta una riunione in Prefettura per preparare le operazioni di accoglienza. In 350 circa rimarranno nel centro, gli altri saranno subito smistati verso altre località. Per questo è stata allertata una società privata di trasporti che metterà a disposizione alcuni bus. Attualmente l’hotspot di Taranto – si legge in una nota dell’Ansa Puglia – ospita circa 50 migranti.

 

Intanto sono stati salvati nel Canale di Sicilia e trasferiti a Bari 248 migranti provenienti dall’Africa Subsahariana e trasferiti su nave Peluso della Guardia costiera. Il sistema di accoglienza è stato mobilitato con tende e gazebo, al fine di accogliere i migranti. I migranti stavano attraversando a bordo di due gommoni le acque siciliane. Sono arrivati a Bari 224 uomini, 21 donne e 3 bambini accompagnati. All’arrivo le forze dell’ordine e il personale addetto al soccorso, con l’organizzazione coordinata dalla Prefettura di Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *