ABUSIVISMO, I CARABINIERI SEQUESTRANO UN’AREA VINCOLATA

I Carabinieri della Compagnia di Massafra hanno denunciato una persona di Massafra con l’accusa di ricettazione di un cospicuo quantitativo di materiale elettrico in rame.
I militari, durante la costante attività di vigilanza e controllo finalizzata alla prevenzione e repressione dei furti di rame in particolar modo nelle aree rurali e industriali, hanno intercettato, lungo la SS 7 Appia, in prossimità di uno stabilimento industriale dismesso, due motocarri, privi di targhe, che si allontanavano in direzione di Taranto. I due conducenti, alla vista degli operanti, invertivano repentinamente il senso di marcia e, mentre il conducente di uno dei due mezzi, dopo aver abbandonato il veicolo, si dava a precipitosa fuga nei terreni circostanti, l’altro di Massafra, veniva prontamente bloccato dagli operanti.
Durante i controlli, i militari rinvenivano, nel cassone del motocarro, celati sotto un telo sintetico, una grossa quantità di cavi in rame ed un sollevatore elettrico di provenienza illecita.
Le successive verifiche, estese anche sul secondo mezzo, consentivano, altresì, di rinvenire ulteriori fili elettrici in rame, nonché svariati utensili, quali pinze, cacciaviti e seghetti, verosimilmente utilizzati per l’asportazione dei cavi in questione.
Il minore, al termine delle formalità di rito, veniva deferito in stato di libertà per ricettazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Taranto e successivamente affidato alla propria madre, mentre i due motocarri venivano sottoposti a sequestro, al fine di stabilirne la provenienza, così come tutto il materiale elettrico rinvenuto, in relazione al quale sono in corso accertamenti per verificare il sito da cui è stato asportato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *