ACCUSATI DI BULLISMO, ARRESTATI DUE GIOVANISSIMI

Una brutta storia di bullismo scoperta dai carabinieri nel quartiere Paolo VI di Taranto. Protagonisti due ragazzi di sedici anni che per mesi hanno insultato una loro coetanea, “rendendo le sue giornate insopportabili” si legge nel comunicato stampa dell’Arma. Gli episodi vessatori sarebbero iniziati nel 2015, tra i banchi di scuola. Gli atti di bullismo si sarebbero poi prolungati nel tempo, sia nelle strade del quartiere Paolo VI, che nei pressi dell’abitazione della ragazza.
Nel concreto, secondo quanto riferito dai carabinieri, i due giovani sarebbero stati protagonisti di atti persecutori nei confronti della ragazza, offendendola e minacciandola. Inoltre i due avrebbero commesso atti volgari ed osceni alla presenza della vittima.
Inoltre la resistenza della giovane, nel tempo, avrebbe contrariato i due “bulli”, che di conseguenza si sarebbero anche accaniti contro i genitori della ragazza, danneggiando le auto di loro proprietà.
I carabinieri, dopo accurate indagini coordinate dal PM presso il Tribunale dei Minorenni, dott. Lelio Festa, hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dei due ragazzi. Pertanto i militari hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare emessa dal Tribunale dei Minorenni di Taranto, dal GIP Paola Ferrara, a carico di due sedicenni, entrambi residenti nel quartiere Paolo VI.
Entrambi dovranno rispondere di atti persecutori in concorso e di atti osceni in luogo pubblico.
Uno dei due è stato sottoposto alla permanenza domiciliare presso l’abitazione di residenza, l’altro è stato invece accompagnato in una comunità per minori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *