Home Politica AEROPORTO TARANTO-GROTTAGLIE: FUTURO IMPORTANTE E POSTI LAVORO

AEROPORTO TARANTO-GROTTAGLIE: FUTURO IMPORTANTE E POSTI LAVORO

AEROPORTO TARANTO-GROTTAGLIE: FUTURO IMPORTANTE E POSTI LAVORO
0

Il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio.E poi Regione Puglia, con l’assessore Loredana Capone Enav, Enac, Finmeccanica e naturalmente Aeroporti di Puglia. Questa mattina a Grottaglie, sede dell’aeroporto Arlotta: il convegno “Test Bed”, un importante tassello per il definitivo decollo del polo aerospaziale Grottaglie che già conta sull’investimento Alenia Boeing.
Il via dunque alle sperimentazioni per gli “Unmanned aerial vehicle”, detto in modo più comune, i droni. Ma anche una visione complessiva del cielo unico europeo, una visione finalmente d’assieme della rete dei voli civili del vecchio continente, condizione assolutamente necessaria a garantire più sicurezza.
«Nell’ambito degli indirizzi del Piano Nazionale dei Trasporti, l’Aeroporto di Taranto – Grottaglie assume il ruolo di piattaforma logistica dell’area mediterranea per aggregare iniziative nazionali e internazionali a sostegno della ricerca, sviluppo, sperimentazione e certificazione di soluzioni allo stato dell’arte in ambito aeroportuale e aerospaziale» si legge nella nota di AdP.
“Tali iniziative – continua Giuseppe Acierno amministratore unico di Aeroporti di Puglia – si inseriscono nel più ampio contesto delle iniziative industriali e dei programmi europei di supporto allo sviluppo di tecnologie, metodologie e processi volti ad ottimizzare la gestione del traffico aereo comunitario e a rendere interoperabili i relativi sistemi nazionali di gestione, oltreché favorire l’integrazione nel cielo unico europeo degli aeromobili a pilotaggio remoto”.
Si punta quindi alla sperimentazione aeronautica e si apre ad aziende che vogliano testare nuove tecnologie usufruendo dello spazio aereo dello scalo grottagliese.
Arlotta definito da Acierno altamente competitivo nel panorama europeo per questi obiettivi: «Il livello infrastrutturale e tecnologico del sistema aeroportuale, la sua disponibilità ed uso flessibile, la collocazione geografica ed il committment delle istituzioni regionali e nazionali, che hanno già generato l’avvio di investimenti, nuovi insediamenti industriali e regolamentazione ed utilizzo di spazi aerei dedicati, posizionano l’aeroporto in una condizione altamente competitiva nel panorama europeo»
All ‘evento hanno preso parte anche il direttore generale dell’Enav, Massimo Bellizzi, il presidente dell’Enac, Vito Riggio, il direttore Strategie, sviluppo dei mercati e del business di Finmeccanica, Giovanni Soccodato e l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno.
All’esterno dell’aeroporto la protesta di chi vedeva per l’Arlotta soltanto uno sviluppo civile e la rumorosa rivendicazione del comitato per l’ospedale di Grottaglie contro il piano regionale della sanità che priverebbe Grottaglie di uno storico presidio ospedaliero.