AL FUSCO LA SECONDA EDIZIONE “MEMORIAL TOTO’ NEGRO” (VIDEO)

I Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto sono stati impegnati in un massiccio servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato a prevenire e reprimere i reati in materia di stupefacenti, in particolare nei luoghi frequentati dai giovani. Tali servizi, finalizzati al contrasto della criminalità in genere ed in particolare alla lotta al fenomeno del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno consentito di trarre in arresto, a Castellaneta, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Domenico Marino 20enne barese, segnalato in Banca Dati, perché trovato in possesso di 5 grammi di cocaina e 19 di hashish, sostanze già suddivise in dosi pronte per essere vendute nelle vicinanze di un locale da ballo del posto. Allo stesso veniva inoltre sequestrata la somma di denaro di
175 euro suddivisa in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività illecita. Nell’ambito della medesima operazione, i Carabinieri hanno denunciato, in stato di libertà altri tre giovani, due di Taranto ed uno di Palagiano, sorpresi con un totale di cinque grammi di marijuana, un grammo e mezzo di cocaina e sei grammi di hashish e segnalato altre due persone agli U.T.G. di Matera e Cosenza quali assuntori di stupefacenti.
Nel corso dei controlli alla circolazione stradale, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Massafra, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti:Giuseppe Indraccolo 18enne, disoccupato; Fabio Savarese, 27enne, operaio;Mattia Marzulli 20enne, disoccupato; Angelo Ranieri 18enne, disoccupato e contestualmente, denunciato in stato di libertà un minorenne. I predetti, tutti baresi, sono stati fermati e controllati mentre viaggiavano a bordo di autovettura e procedevano a velocità sostenuta lungo la S.S. 106 Jonica in direzione Reggio Calabria. All’atto del controllo, sono state rinvenute numerose dosi di diverso stupefacente, opportunamente occultate in macchina sulle persone degli occupanti; nello specifico:
– 11 pasticche di “ecstasy” del peso complessivo di gr.5;
– 62 involucri in cellophane trasparente di “M.D.M.A.” del peso complessivo di gr. 18;
– 37 involucri in cellophane trasparente di “cocaina” del peso complessivo di gr.10;
nonché la somma di 90 euro, ritenuta verosimile provento dell’attività di spaccio.
Sono dunque scattate le manette e su disposizione del P.M. di turno, INDRACCOLO e SAVARESE sono stati tradotti presso la casa circondariale di Taranto, mentre MARZULLI e RANIERI sottoposti agli arresti domiciliari. Il minorenne invece è stato denunciato alla Procura per i minorenni di Taranto.
Mentre i militari della Compagnia Carabinieri di Manduria, nel comune di Sava, coadiuvati da personale dipendente di quella Stazione, hanno proceduto al controllo del 21enne D’AMATO Cosimo, che a bordo del suo ciclomotore, è stato sorpreso con diversi quantitativi di stupefacenti:
 12 dosi di “cocaina” del peso totale di 4 gr.;
 11 dosi di “hashish” del peso totale di 9 gr.;
 3 pezzi di “hashish” del peso totale di 51 gr.
Immediatamente è stata disposta la perquisizione domiciliare nei confronti del giovane, nell’ambito della quale i militari hanno rinvenuto il materiale idoneo al confezionamento delle sostanze stupefacenti e un bilancino di precisione.
Il giovane dopo le formalità di rito, così come disposto dal P.M. di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e sarà inviato presso il L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto per essere analizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *