ANAS: PRESENTATA LA NUOVA TRATTA DELLA STATALE 96

Alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e dell’AD di Anas, Massimo Simonini;
·         l’investimento complessivodell’infrastruttura è di circa 110 milioni di euro, finanziati nell’ambito del Programma Operativo Reti e Mobilità 2007-2013 del MIT;
·         nell’ambito della realizzazione della variante di Palo del Colle si è reso  necessario lo spostamento della Torre San Vincenzo, antico manufatto del 1500
Bari, 2 aprile 2019
Anas (Gruppo FS Italiane) ha presentato il nuovo tratto, aperto al traffico, dalla fine della variante di Toritto (km 105,705) a Modugno (km 114,750), compresa la variante di Palo del Colle sulla strada statale 96 “Barese”, in provincia di Bari; la nuova infrastruttura si inserisce nell’ambito del complessivo ammodernamento a quattro corsie dell’itinerario interregionale Bari- Altamura-Matera. Sono intervenuti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, il Sindaco di Bari, Antonio Decaro, l’Amministratore Delegato di Anas, Massimo Simonini e ilCoordinatore Territoriale Area Adriatica di Anas, Matteo Castiglioni.
 
Il nuovo tratto, realizzato per un investimento complessivo di quasi 110 milioni di euro finanziati nell’ambito del Programma Operativo Reti e Mobilità 2007-2013 del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, è lungo circa 9 km ed è costituito da due carreggiate separate, dotate di quattro corsie (due per ogni senso di marcia) e di uno spartitraffico centrale, per una larghezza complessiva della piattaforma pavimentata di 19 metri.
 
Lungo il tracciato sono presenti un viadotto (‘Lame Strette’, lungo circa 240 metri con sei campate), due gallerie artificiali (‘San Nicola’ e ‘Micciola’, per uno sviluppo complessivo di circa 720 metri), sei cavalcavia e quattro svincoli principali, a servizio dei comuni di Modugno, Grumo Appula, Palo del Colle, Binetto e Bitetto, che rendono maggiormente accessibili e veloci i collegamenti con gli abitati.
 
L’infrastruttura è dotata, tra le altre opere accessorie, di pavimentazione drenante fonoassorbente lungo tutto il tratto, mentre in galleria è stata utilizzata una pavimentazione innovativa denominata“coverfull”, atta a migliorare le condizioni di sicurezza. L’infrastruttura si completa con l’installazione di barriere di sicurezza, di segnaletica verticale e di reti paramassi sulle pareti rocciose nei tratti in trincea.
 
Per la realizzazione della variante di Palo del Colle, inoltre, si è reso necessario un intervento complesso e suggestivo dal punto di vista tecnico ed architettonico: lo spostamento della Torre San Vincenzo – antico manufatto in pietra risalente al 1500, ubicata a 1,5 km dall’abitato – interferente con il nuovo tracciato in direzione sud.
 
La nuova viabilità, oltre a dare continuità a tratti di strada già ammodernati, garantirà sia un risparmio di tempo in termini di percorrenza, in particolare verso l’area murgiana, sia un aumento degli standard di sicurezza dell’arteria stradale.

Fonte, comunicato stampa e foto ANAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *