ANCORA VIVA LA PICCOLA LANCIATA DAL BALCONE, ECCO LE SUE CONDIZIONI

La Uil Fpl, durante una conferenza stampa con il segretario Franco Brunetti, interviene sulla vertenza che riguarda i dipendenti del centro dialisi SS.Medici di Taranto. “La dirigenza aziendale – fa sapere il segretario – ha aperto la procedura di licenziamento per 8 dei 47 lavoratori in servizio alla struttura. Da una serie di accertamenti disposti dal sindacato, è emerso che lo stato economico attuale dell’azienda non giustifica il taglio di personale.”
“Negli ultimi anni le risorse a disposizione sono state tali da poter coprire abbondantemente la quota riservata ai costi del personale, che l’azienda stessa stima in circa il 50%” ha spiegato Brunetti.
“Tradotto in cifre, aggiunge il sindacalista, fronte di circa 5 milioni di euro all’anno a disposizione, analizzando i documenti si è stimato il costo dei dipendenti in circa 1 milione e 700 mila euro, quindi ben al di sotto del 50% del budget disponibile.
Nella giornata di mercoledì, conclude Brunetti, ci sarà un incontro tra le parti in causa e l’agenzia del lavoro, per cercare di capire nel dettaglio la situazione.”
di FABRIZIO CAFARO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *