Home Cronaca ASSEMBLEA CTP, IL COMUNE DI TARANTO SI ASTIENE

ASSEMBLEA CTP, IL COMUNE DI TARANTO SI ASTIENE

ASSEMBLEA CTP, IL COMUNE DI TARANTO SI ASTIENE
0

Il Comune di Taranto comunica che si è astenuto dalla votazione odierna in seno all’assemblea dei soci di Ctp.

All’atto della sospensione dell’ultima seduta, i Sindaci che proponevano la mozione Albanese avevano assicurato intenzioni esclusivamente tecniche e la necessaria neutralità alla base della scelta del profilo del professionista tarantino.

In una fase di mediazione tra i soci, nel tentativo di assecondare le esigenze e le urgenze della società di trasporto, nonché di garantire una adeguata partecipazione alla governance da parte dei tanti Comuni che avevano subìto la conferenza stampa che forzava, in definitiva, nella direzione del nome dell’Avv. Albanese, si era prospettata l’opportunità della costituzione di un cda.

Ma la volontà dei Sindaci promotori di quella conferenza stampa di non assumere impegni rapidi e concreti sul cda, il loro intento di differire ogni altro ragionamento a data successiva alla prossima elezione per la presidenza della Provincia, la loro ansia di non attendere, al contrario, con prudenza, il verdetto degli organismi amministrativi sulla posizione del dott. Fisicaro, ci conferma che la manovra è purtroppo tutta politica, che l’avv. Albanese ha una precisa investitura che riviene da poteri spesso schierati ad interferire con lo sviluppo del territorio, in ultimo prescinde da qualunque valutazione sugli scenari industriali del Ctp.

Il Comune di Taranto non aderisce dunque ad un conflitto che ha un sapore personalistico, obiettivi per nulla innovativi. Per il rilancio di Ctp si era anche offerta disponibilità alla fusione con Amat, che avrebbe portato vantaggi a tutte le parti e alla comunità ionica, ma non sembrano essere argomenti di immediato interesse per quei Sindaci. Posizione che ovviamente rispettiamo.

Per tutto quanto sopra, poiché per il Civico Ente la bussola resta la fornitura di servizi efficienti ai cittadini, si compirà a breve anche un approfondimento sull’utilità di conservare la partecipazione del Comune capoluogo in seno a Ctp