ASSESSORE ALLA LEGALITA’ RIMARCA L’IMPORTANZA DELLA LOTTA AL RAZZISMO

L’assessore all’Ambiente, alla Legalità e alla Qualità della Vita, Annalisa Adamo, ha partecipato mercoledì sera alla presentazione del libro “I miei figli spiegati a un razzista”, scritto da una mamma di due ragazzi neri, Gabriella Nobile, nata a Taranto e trasferita da diversi anni a Milano.

La presentazione si inseriva all’interno del “Mediterranea Festival” organizzato dalla associazione “Donna a Sud”.

Si è parlato di lotta al razzismo, non solo quello urlato della politica più cinica delle destre, ma anche delle forme più sottili e diffuse nelle consuetudini quotidiane e che palesano un pregiudizio più profondo e subdolo, altrettanto pericoloso e lesivo della dignità umana.

L’assessore Adamo ha portato i saluti del sindaco Rinaldo Melucci e di tutta l’amministrazione, sottolineando il loro impegno quotidiano e costante nella lotta all’intolleranza, alla discriminazione e al razzismo.

«Purtroppo – ha commentato l’assessore Adamo – i nostri figli hanno dovuto vedere uno dei capitoli più bui della storia della nostra Repubblica quando Salvini parlava di chiudere i porti. Ho ritenuto quello un vero attacco alla democrazia, mi ha toccato tanto profondamente che da quel momento, per testimoniare ancora più il mio dissenso e la mia opposizione civile, ho deciso di indossare nella quotidianità e nel lavoro istituzionale abiti a stampa Wax, esprimendo visivamente e inequivocabilmente da che parte sono rispetto alla questione. Per me l’uguaglianza e i diritti vanno difesi a tutti i costi e a tutti livelli, ma soprattutto nella realtà di tutti i giorni. Ringrazio, pertanto, le organizzatrici di questa serata e l’autrice del libro per aver riacceso la riflessione sul razzismo che è al tempo stesso, come dice Liliana Segre nella prefazione, causa e conseguenza di fenomeni globali, un pericolo rispetto al quale non si può mai abbassare la guardia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *