Home Cronaca ECCO “AVLI…IL CONTRARIO DI ILVA”. MUSICA PER IL SOCIALE (FOTO)

ECCO “AVLI…IL CONTRARIO DI ILVA”. MUSICA PER IL SOCIALE (FOTO)

ECCO “AVLI…IL CONTRARIO DI ILVA”. MUSICA PER IL SOCIALE (FOTO)
0

Di Fabrizio Cafaro Presentato il progetto “AVLI…(il contrario dell’Ilva), perché la musica capovolge i cuori”, vincitore del bando nazionale SIAE – SILLUMINA.
Il progetto è promosso dalla cooperativa sociale Lams di Matera con sede operativa anche a Taranto, in partenariato con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.Paisiello”, l’Istituto Comprensivo “Vico-Deledda” di Taranto Tamburi, l’Odv “Noi e Voi onlus” Taranto Paolo VI e l’Associazione MusicaInGioco di Bari.
Una iniziativa che ha vinto il bando SIAE “S’illumina”, per la promozione di attività culturali nelle periferie urbane al primo posto nazionale. Questo nuovo successo consentirà di proseguire l’esperienza tarantina dei nuclei musicali del Sistema Abreu, sulla scia di “ Mani Bianche, artisti per Taranto” , la progettualità finanziata dal Dipartimento per la Gioventù, Presidenza del Consiglio dei Ministri appena conclusa, che ha dato vita a una vera orchestra giovanile guidata da giovani laureati del Paisiello di Taranto e formata da ragazzi di varie scuole pubbliche tarantine.
Nel corso della conferenza illustrate le attività già in corso e le iniziative dei prossimi mesi che vedranno protagonisti giovani e giovanissimi dei quartieri periferici di Taranto, carcerati, insieme a giovani laureati all’Istituto Paisiello. Il Comune di Taranto dal 2011 è partner fondamentale del Lams e dell’Istituto Paisiello nella attività legate al “Sistema Abreu” assicurandone la sede nel Centro della Cultura per l’infanzia, in via Pisa.
Alla conferenza stampa presenti il Vicesindaco, Rocco de Franchi e l’assessore alla Cultura, Franco Sebastio, il Consigliere delegato Michele De Martino, il direttore artistico del Lams, Giovanni Pompeo, il direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.Paisiello” Lorenzo Fico, e la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Vico-Deledda” Elisabetta Scalera.