Home Cronaca BANCO ALIMENTARE, LA SOLIDARIETA’ ARRIVA DAL CARCERE

BANCO ALIMENTARE, LA SOLIDARIETA’ ARRIVA DAL CARCERE

BANCO ALIMENTARE, LA SOLIDARIETA’ ARRIVA DAL CARCERE
0

L’emergenza fa scattare la solidarietà anche nelle carceri italiane.
Ed ecco che le singole iniziative dei detenuti sono diventate qualcosa di molto più grande.
A Taranto i detenuti si erano mossi chiedendo alla Direttrice, a causa dell’emergenza Covid, la possibilità di poter venire incontro a chi è in difficoltà, cioè a tutte quelle famiglie rimaste senza nulla.
Ed ecco che tra la Direzione del Carcere di Taranto e la Fondazione Banco Alimentare Puglia Onlus si avvia una collaborazione con tutto Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e per la prima volta su tutto il territorio, una collaborazione allo scopo di attivare una raccolta di generi alimentari che coinvolga tutti gli istituti penitenziari.
Ed è così che ogni Istituto è stato invitato a promuovere una colletta alimentare mediante il sistema del “sopravvitto”, grazie al quale i detenuti possono destinare una parte della loro spesa settimanale.
Un’iniziativa che è stata estesa anche a tutto il personale penitenziario.

Il Banco Alimentare Puglia Onlus, ringrazia oltre, che la Direttrice del carcere di Taranto, Stefania Baldassarri con la quale è stata avviata l’iniziativa, il Ministero di Grazia e Giustizia per aver dato la possibilità di rendere concretamente fattibile tale iniziativa, ma in particolare la senatrice, Angela Piarrulli, che come componente della Commissione Giustiza, ben conoscendo il sistema penitenziario, avendo ricoperto l’incarico di Dirigente penitenziario per diversi anni, prima di ricoprire l’incarico governativo, ha potuto avviare e rendere concreto su tutto il territorio nazionale il progetto di solidarietà.