Home Cronaca BICI A NOLO, CON “BICINCITTA'” A TARANTO IL SERVIZIO PER CITTADINI ED AMBIENTE

BICI A NOLO, CON “BICINCITTA'” A TARANTO IL SERVIZIO PER CITTADINI ED AMBIENTE

BICI A NOLO, CON “BICINCITTA'” A TARANTO IL SERVIZIO PER CITTADINI ED AMBIENTE
0

Presentazione ufficiale questa mattina per il servizio Bicincittà. Si tratta di un servizio di noleggio biciclette tradizionali ed elettriche, in diversi punti della città, posteggiate in punti strategici, disponibili 365 giorni l’anno che permettono di vivere la città in modo veloce, divertente e soprattutto economico. Una vera novità per Taranto che, finalmente, potrà usufruire di un progetto che unisce amore per l’ambiente alla salute e al divertimento e si adegua alle città italiane ed europee più all’avanguardia. Bicincittà nasce dalla volontà di fornire una risposta alle sempre più frequenti domande di mobilità alternativa sostenibile. Bicincittà è un sistema di bicicletta condivisa, che offre l’opportunità di distribuire ai cittadini in modo semplice ed intuitivo una certa quantità di biciclette e di monitorarne in tempo reale la presa ed il deposito. 

Questo sistema vuole essere da una parte un servizio pubblico che rappresenti una seria alternativa al proprio mezzo di trasporto privato a motore e dall’altra uno strumento di pianificazione strategica in termini di mobilità.


“E’ un servizio che l’ACI e io in prima persona abbiamo voluto fortemente – spiega Pino Lessa, direttore ACI -. Abbiamo guardato alle altre città, dove questo servizio è già attivo da tempo e abbiamo pensato che anche a Taranto una mobilità sana e pulita di trasporto pubblico condiviso, alternativo all’auto privata, poteva essere una buona idea. Mi sono attivato immediatamente ed oggi sono davvero fiero di presentarvi questa iniziativa. E’ ampiamente dimostrato come l’utilizzo della bicicletta per i brevi tragitti rappresenta una soluzione vantaggiosa sia per il tempo impiegato sia per l’estrema facilità di parcheggio. Andare in bicicletta rappresenta però anche l’opportunità di riscoprire in modo divertente, salutare ed ecologico la nostra città – continua Lessa -. Nella logica dell’intermodalità dei diversi mezzi di trasporto, Bicincittà diviene uno dei possibili mezzi alternativi che consente all’utente di spostarsi all’interno della città con un altro mezzo pubblico, il quale gli garantisce autonomia e agilità nel traffico urbano, senza alcun problema di parcheggio o di code interminabili ai semafori. Ma Bicincittà rappresenta altresì una valida offerta turistica: distribuendo le tessere ai turisti in vacanza presso le nostre città, è possibile fornire un comodo e divertente mezzo di spostamento, dimostrando la nostra attenzione per l’ambiente e per la mobilità alternativa.
Credo di dimostrare ancora una volta come alle mie parole, si stiano susseguendo i fatti concreti e solo, come sempre, a favore della città e dei cittadini”. L’investimento previsto è di circa 1.800.000 euro e si reggerà sull’autofinanziamento. “Progetto che chiunque, candidato o non poteva porre in essere. Per ora partiremo solo con quattro postazioni per sondare la reazione dei cittadini e, se la domanda sarà sostanziosa, l’obiettivo è quello di arrivare a regime con 100 postazioni, 10 in ogni circoscrizione – spiega Lessa -, rispettando così il principio di pari opportunità territoriale, perché non esistono cittadini di serie A e serie B. Per questo ci saranno delle postazioni anche in periferia, come Paolo VI, Tamburi e Salinella”. Il noleggio sarà di 1,50 euro ad ora. “Per raggiungere questo obiettivo, le postazioni saranno collocate esclusivamente su suolo privato, onde evitare un ulteriore costo derivante dalla tassa di occupazione suolo pubblico, che inciderebbe notevolmente sul canone di locazione. Motivo per il quale si rende indispensabile ridurre queste tipologie di tasse comunali, che limitano l’esecuzione di progetti e quindi la crescita economica” – spiega ancora Lessa. Le prime postazioni saranno a Lama, San Vito, Solito Corvisea e Borgo. “L’altro punto di forza è la necessità del personale: almeno due per ogni postazione – va avanti Lessa -. A regime, quindi, impiegheremo almeno duecento unità. Un’ulteriore spinta per l’occupazione. Ovviamente tra le tante disponibilità ricevute saranno privilegiati gli spazi destinati a parcheggio, per effettuare uno scambio (lasci l’auto e prendi la bici), località turistiche e il porto (in vista dei prossimi attracchi delle navi da crociera)”.
Il servizio si completerà anche di scooter elettrici per diversamente abili ed anziani. “Abbiamo pensato che sarebbe stato utile e giusto affiancare alle biciclette, anche degli scooter elettrici per tutte quelle persone che hanno difficoltà a deambulare, ma che hanno la necessità di muoversi per la città velocemente e senza essere necessariamente accompagnati – commenta ancora Lessa -. Per ogni circoscrizione sono previsti 4 scooter elettrici, sempre di 1,50 euro ad ora, con l’intento di incrementare il numero dei mezzi laddove la domanda lo richieda ”, spiega ancora Lessa.
Irene Lamanna, presidente ATT: “Questo progetto rappresenta un’opportunità per sviluppare un ulteriore settore del turismo, il cosiddetto ciclo turismo. Un’opportunità per i turisti che in maniera sostenibile e accessibile vogliono conoscere il nostro territorio, ma non solo: si tratta del secondo punto in Puglia, dopo Bari prima di Lecce. Rivolgo un invito a tutti gli albergatori ad aderire per la crescita di questo servizio del cicloturismo”.
Francesco Vergallo, Green Solution Touring: “Il noleggio avverrà attraverso l’utilizzo di una tessera elettronica che si potrà attivare all’ACI. Il singolo utente può prelevare la bicicletta in qualunque cicloposteggio presente sul territorio e riconsegnarla ovunque trovi un cicloposteggio libero, anche in un luogo diverso da quello di origine. Questo consente una fruizione molto rapida e flessibile: l’utente può adoperare il mezzo solo per il periodo del quale effettivamente necessita, utilizzando la bicicletta in modo analogo all’uso della propria automobile, non inquinando l’aria e contribuendo alla diffusione di una logica di spostamento che, specie nei brevi tragitti, è dimostrato essere più rapida ed efficace (la bicicletta per la mobilità sostenibile). In tal modo, la bicicletta che viene riconsegnata diviene subito disponibile per un altro utente, che potrà spostarsi in città riconsegnandola in qualsiasi colonnina libera: il risultato che otteniamo è di un utilizzo rapido, con potenziale interazione trai i diversi punti della città, con una buona disponibilità di mezzi”.
Antonio Piscitelli, Orthopedic Service: “Anche per il servizio dei mezzi per i diversamente abili si utilizzerà una tessera elettronica che si potrà attivare all’ACI. Per la prima volta a Taranto, si pensa anche a chi non ha la possibilità di muoversi con tranquillità. Un aiuto ed un servizio in più che crediamo sia utile. È una vera novità per la nostra città. Diciamo una novità nella novità. Il concetto è quello di adeguarsi a ciò che gia’ succede in altre città italiane ed europee”
Con Bicincittà a Taranto si potrà vivere meglio tutta la città:
da studente, frequentando il centro, le biblioteche, i musei, i servizi e i luoghi di ritrovo dei giovani;
per lavoro e shopping spostandosi più rapidamente e senza lo stress di trovare parcheggio;
 da turista per visitare la città e godersi il mare.