BONUS FISCALE SUGLI ABBONAMENTI AMAT

Con il bonus trasporti confermato anche per il 2019, infatti, i contribuenti che sosterranno spese per abbonamenti relativi a servizi di mobilità pubblica potranno usufruire di una detrazione fiscale pari al 19% di quanto speso. Il tetto massimo come base di calcolo è 250 euro, quindi gli aventi diritto potranno usufruire di uno sconto fino a 47,5 euro.

«È una misura di sicuro interesse per tutti i fruitori dei nostri servizi – ha commentato il presidente di Amat Giorgia Gira – perché si pone come ulteriore incentivo alla scelta del trasporto pubblico da parte delle famiglie. Circolare in bus riduce lo stress da traffico e concorre alla riduzione delle emissioni nocive, ma da oggi è anche più conveniente».

La detrazione sarà fruibile nella prossima dichiarazione dei redditi.

Naturalmente, potrà essere richiesta dal contribuente per conto proprio o dei familiari a carico; in entrambi i casi, dovranno essere conservati il titolo di viaggio e la documentazione relativa al pagamento e il tetto di spesa ammissibile a base di calcolo resterà il medesimo anche nel caso di più abbonamenti acquistati.

«Questo sconto si aggiunge a tutte le altre agevolazioni già messe a disposizione da Amat per particolari categorie di fruitori – ha concluso il presidente del CdA –, come studenti universitari, disoccupati e giovani. Intenzione della nostra azienda, come da indicazione del sindaco Melucci, è incentivare il ricorso al trasporto pubblico targato Taranto, che si sta arricchendo di nuovi mezzi a basso impatto, di dimensioni più contenute, in grado di districarsi con maggiore agilità nel traffico cittadino e garantire tempi di percorrenza ridotti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *