“BRIGANTI E GRAVINE”, LO SPETTACOLO DI PINO APRILE E MIMMO CAVALLO

Con entrambi i gruppi al completo è ripresa la preparazione in casa Martina Franca per i match che vedranno Allievi e Giovanissimi Nazionali affrontare sabato il Catania, in trasferta, e domenica il Foggia, in casa al ‘Demitri’ di Maruggio. Gioia immensa naturalmente per tornare a parlare di calcio giocato, dopo una settimana contraddistinta dagli impegni della Nazionale e dalle amichevoli molto positive affrontate contro il Taranto con un bilancio pendente in favore dei biancazzurri. C’è voglia di tornare in campo anche dalle parole dei ragazzi degli Allievi, come Gabriele Carannante che racconta di un gruppo  “in grande forma , sia moralmente che fisicamente. Stiamo aspettando con la giusta determinazione e concentrazione i doppi impegni di Catania e Ischia, dove dobbiamo arrivare semplicemente pronti. Sappiamo che sarà dura affrontare due partite in una settimana a livello fisico, ma fortunatamente abbiamo una rosa valida per affrontare gli incontri. Anche se sono arrivato a gennaio, ho subito capito che il nostro è un gruppo fondato sulla fiducia reciproca prima fuori dal campo e poi nel campo.  Grazie a questi valori gioiamo e soffriamo tutti insieme da vero gruppo. Grazie a ciò siamo riusciti a raggiungere obbiettivi di squadra importanti, per questo dobbiamo ringraziare tutto lo staff Martina, partendo dal direttore Piergiuseppe Sapio, al mister Alfredo Paradisi, ma anche Raho, Marras, Settembrini e tutti i collaboratori biancazzurri. Stiamo lavorando bene e tanto per cercare di arrivare lontano con la nostra squadra, sognare non costa nulla , spero di arrivare insieme a tutta la squadra a vincere il tricolore di categoria , mentre per la prossima stagione spero vivamente di poter avere un’opportunità  di giocare in un campionato importante come quello Primavera”.

Protagonista nella vittoria degli Allievi sulla Juniores del Taranto anche Fabrizio Guida che parte proprio dalla sfida con i rossoblù ionici per descrivere il suo stato psico-fisico attuale così come quello dell’intero Martina. “Abbiamo fatto un’ottima sia sul piano tattico che sul piano fisico, non ci siamo risparmiati e ciò dimostra che stiamo passando un gran momento di forma sia fisica che mentale e siamo consapevoli delle nostre capacità. È una grande fase che stiamo attraversando in campionato: per me sopratutto i 3 gol di fila mi hanno dato grande fiducia ma devo ringraziare sopratutto mister Paradisi per la fiducia data e Il direttore Piergiuseppe Sapio per le parole di stima. Lui è la mia arma in più, assieme ai prof, Raho e Marras, la mia forma fisica è migliorata tanto e ora mi sento davvero molto bene e carico. Inoltre voglio sottolineare la figura di Mariano Scialpi che mi ha aiutato tantissimo nei momenti difficili e mi ha sempre caricato giorno dopo giorno incitandomi a non mollare mai. Andremo a Catania per vincere per poi affrontare l’Ischia da primi in classifica. Sono due partite non facili ma noi siamo consapevoli della nostra forza e sfrutteremo il nostro momento di brillantezza per andare avanti. Vogliamo battere Catania e Ischia e rimanere li in testa alla classifica perché penso che stiamo facendo una grandissima seconda fase di campionato con tutte vittorie ed un solo pareggio. Si può arrivare fino in fondo e sorprendere tutti e, perché no, credere davvero nella vittoria del tricolore. Siamo carichi e pronti ad ogni battaglia da qui fino alla fine della stagione”.

Infine Francesco Mazzella, portiere che è giunto a stagione in corso. “Quando sono arrivato a Martina ho trovato un grande ambiente e mi sono sentito subito a mio agio. I ragazzi mi hanno accolto benissimo, siamo come una famiglia. Sono venuto qui carichissimo e pieno di aspettative,non sto giocando quanto vorrei ma so che il mister e la società mi darà le mie opportunità e io le sfrutteró al massimo delle mie potenzialità. Con Gianmarco Minichini mi trovo molto bene è un ottimo compagno di reparto e ci diamo molti consigli a vicenda; con il resto del gruppo, come già detto, ho un ottimo rapporto, stesso discorso con mister Paradisi, con cui mi trovo molto bene. Il rapporto ancor più diretto è con mister Mariano che mi sta insegnando aspetti sportivi e tecnici davvero importanti. Se siamo primi in classifica è  sopratutto perché siamo un grandissimo gruppo, tutti uniti, e ci vogliamo davvero molto bene. Ogni giorno facciamo sacrifici e lavoriamo duro per un unico obbiettivo: arrivare alle finali e vincere. Sappiamo che è difficile ma siamo una grande squadra e con la nostra forza, che si chiama Gruppo con la G maiuscola, possiamo fare grandi cose.. Per ora si pensa naturalmente a questa stagione e fare il massimo, poi penseremo a far qualcosa ad alti livelli e diventare un giocatore professionista: è  il mio sogno e farò di tutto per realizzarlo col lavoro e tanto sacrificio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *