CARABINIERI, MASSICCIA ATTIVITA’ DI PREVENZIONE IN PROVINCIA

I Carabinieri della Compagnia di Castellaneta, hanno posto in essere una massiccia attività di prevenzione e repressione dei reati in genere, che ha interessato tutta l’area territoriale di competenza e quindi anche i comuni ricadenti sotto la giurisdizione delle Stazioni Carabinieri di Ginosa, Marina di Ginosa, Laterza, Palagianello e Castellaneta.

All’esito dell’attività, 8 persone sono state denunciate, a vario titolo, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, in quanto ritenute responsabili di reati diversi e più specificatamente:

– i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castellaneta, hanno denunciato un 28enne del posto ed un 47enne di Bernalda (Mt) in quanto responsabili: il primo della violazione dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro disposte dall’Autorità Amministrativa, mentre il secondo perché sorpreso alla guida di un veicolo privo della patente di guida poiché mai conseguita;

– i militari della Stazione di Laterza hanno denunciato un 33enne del posto, ritenuto responsabile della violazione di cui all’artt.186/2 C.d.S. in quanto guidava un veicolo in stato di ebbrezza alcoolica causando per altro un sinistro stradale;

– i militari della Stazione di Marina di Ginosa hanno denunciato un 43enne del posto, in quanto sorpreso alla guida di veicolo senza la prescritta patente di guida in quanto revocata;

– i militari della Stazione di Ginosa hanno denunciato quattro cittadini rumeni tutti domiciliati a Ginosa, ritenuti responsabili del rato di rissa aggravata dai futili motivi.

Nel corso del medesimo servizio venivano altresì segnalati alle competenti Autorità Amministrative, quali assuntori di sostanze stupefacenti, 8 giovani trovati in possesso di complessivi grammi 3 di hashish, grammi 2,5 di metanfetamine, grammi 1,3 cocaina e grammi 3,5 marijuana.

La droga sequestrata verrà analizzata nei prossimi giorni dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *