Home Sport CASAGIOVANI MARTINA. ALLIEVI NAZIONALI COL SOGNO TRICOLORE NEL MIRINO

CASAGIOVANI MARTINA. ALLIEVI NAZIONALI COL SOGNO TRICOLORE NEL MIRINO

CASAGIOVANI MARTINA. ALLIEVI NAZIONALI COL SOGNO TRICOLORE NEL MIRINO
0

Smaltita rapidamente la gioia per il passaggio del turno degli allievi nazionali agli ottavi di finale scudetto, così come la delusione per l’uscita dei giovanissimi nazionali dagli stessi playoff, il settore giovanile del Martina punta tutto sui ragazzi allenati da Alfredo Paradisi che sono a un passo dalle finali nazionali in quel di Cesena. Adesso c’è l’Alessandria, andata in Piemonte, ritorno a Maruggio. Tutto in 7 giorni, dal 22 al 29 di Maggio. Un sogno da vivere cercando di limare ciò che non ha funzionato con, al tempo stesso, la possibilità di gestire le energie da ora in avanti. Sarà, infatti, importante poter essere freschi, ma dar tutto. Non è un controsenso se, dopo il doppio turno con l’Alessandria, ci sarà una settimana per potersi rigenerare e arrivare al meglio alle gare di mini-girone che portano alle semifinali per il tricolore. L’analisi di Piergiuseppe Sapio sulla settimana trascorsa verte prima sul ringraziamento ai giovanissimi.

“I ragazzi sono usciti a testa alta con il Sassuolo. L’assenza praticamente immediata del portiere titolare ci ha penalizzato molto, ma il percorso svolto durante tutta l’annata è assolutamente positivo. Faccio i complimenti al mister, Enzo Murianni, a Riccardo Supino, a tutto lo staff e ai ragazzi per questa stagione unica e difficilmente ripetibile. Credo anche che le soddisfazioni arriveranno per qualche singolo in quanto potrebbe fare il salto di qualità, sia all’interno del nostro progetto sia in altre formazioni”.

Ma l’analisi prosegue sull’impresa compiuta, e meritata, contro il Padova. “Con gli allievi nazionali abbiamo scritto un’altra pagina di storia. Siamo tra le prime 16 formazioni d’Italia e, se siamo arrivati fin qui non siamo è per caso. Vogliamo giocarci le nostre possibilità di arrivare in fondo fino alla fine. Certo, va subito sottolineato che l’Alessandria è probabilmente l’avversario più ostico, più duro, ma i ragazzi insieme al mister Paradisi, grande punto di riferimento, e a tutto lo staff nei momenti di difficoltà hanno sempre dato tutto. Ecco perché credo fortemente in tutti loro, con i collaboratori tutti nessuno escluso: da Raho a Marras, da Settembrini a Mingolla, da Scialpi a De Giorgio, da Marino a De Santis”.

Tornando ai ragazzi, il messaggio di Sapio è quello che è stato il grimaldello giusto per poter arrivare aprire le porte della svolta, prima, e della consacrazione, poi. “Il gruppo è sacro, l’ho ripetuto spesso e continuerò a ripeterlo in maniera pedante. Sono 23 ragazzi eccezionali e tutti con un unico obiettivo. Meritano di arrivare in fondo. Il mercato e i singoli? I movimenti ci sono ma ho parlato con tutti quanti loro e sono stato chiaro. Le loro menti devono essere impegnate solo alle partite con l’Alessandria, dopo si penserà al resto. Richieste ce ne sono, ma ora non si muove nessuno”.

Ultimo aspetto l’entusiasmo sempre più crescente. Dati alla mano gli allievi nazionali del Martina sono seguiti praticamente come una prima squadra vera e propria. “Una stagione straordinaria: domenica vedere lo stadio di Maruggio stracolmo con oltre 500 persone, tra cui molti maruggesi vicino a questi ragazzi, non ha prezzo. Ora dobbiamo crederci davvero in maniera energica: prima, chi potrà, ci segua ad Alessandria e poi il 29 a Maruggio. Proviamoci insieme, non costa nulla, con umiltà e sacrificio che rappresentano i capisaldi del nostro modo di interpretare il calcio e poi si vedrà”.