Home Taranto calcio CASAGIOVANI MARTINA. IL PRIMATO RACCONTATO DA ZANTONINI, ESPOSITO E MAZZA

CASAGIOVANI MARTINA. IL PRIMATO RACCONTATO DA ZANTONINI, ESPOSITO E MAZZA

CASAGIOVANI MARTINA. IL PRIMATO RACCONTATO DA ZANTONINI, ESPOSITO E MAZZA
0

Dopo l’ottimo successo che ha regalato il primo posto in classifica, gli Allievi del Martina Franca preparano il prossimo impegno in campionato. Naturalmente tutti i ragazzi vivono un momento felicissimo visto il grande risultato raggiunto domenica scorsa con la Paganese. A partire da Carmine Esposito che racconta proprio la grande “soddisfazione per il primo posto in classifica che lo considero sempre un punto di partenza e non di arrivo: di strada da fare ce n’è tanta. La società da quando sono arrivato mi ha fatto sentire a mio agio. Poi Piergiuseppe Sapio ha stabilito un ottimo rapporto con tutti, un vero e proprio padre calcistico per me. Farà di tutto per poter arrivare in alto, naturalmente anche per il Martina: infatti vorrei tanto raggiungere il tricolore con i biancazzurri e, poi, perché no: giocare al San Paolo di Napoli”.

La voglia di far bene è intrinseca anche a uno dei migliori nell’ultima gara e in generale, ossia Marco Zantonini. “Sono arrivato nel Martina già a marzo dello scorso anno. Mister Alfredo Paradisi ha creduto nelle mie potenzialità riconfermandomi quest’anno. Sono cresciuto tantissimo, oltre che tecnicamente, a livello mentale e per questo lo ringrazio. Così come non posso non menzionare il direttore, Sapio, che come il mister ha creduto in me, seguendomi giornalmente e affrontando tutte quelle che sono le problematiche di un gruppo e anche dei singoli. La nostra è una grande squadra, c’è tanto lavoro e sacrificio da parte di tutto lo staff e adesso ne stiamo ricavando i frutti. Stiamo dimostrando di meritare la vetta: nessuno ci ha regalato niente, lavorando con umiltà e sacrificio. Il successo con la Paganese ci ha portato ad assaporare la vetta della classifica, ma siamo consapevoli di tenere i piedi per terra perché non possiamo più sbagliare, ovviamente puntando ad arrivare il più in alto possibile. Come tutti i miei compagni abbiamo l’obiettivo di  arrivare alle finali a Chianciano e, naturalmente, più avanti, arrivare a militare in una squadra prestigiosa, continuando a fare sacrifici perché nulla è regalato. Ringrazio tutto lo staff e i compagni per le bellissime emozioni che sto vivendo”.

Infine Alessandro Mazza che racconta di chi sono i meriti per questo risultato, ossia il prima, raggiunto e che il Martina vuol mantenere fino alla fine della regular season. “I meriti sono di tutti, iniziando dal mister che ci aiuta a migliorare sempre più, passando per Sapio, che crede in ognuno di noi a ci aiuta sempre in tutto. Sempre per lo staff i vari Raho, Settembrini, Marras che ci preparano sempre al top fisicamente, arrivando a noi che siamo un gruppo fantastico dentro e fuori dal campo, che lotta di partita in partita dando il massimo, sempre. Inoltre Piergiuseppe lo conosco da tre anni ed è una persona e un direttore fantastico: in questo periodo  è sempre stato al mio fianco, mi ha sempre aiutato e gli voglio un mondo di bene. Col mister mi conosco da due anni, ho imparato e migliorato tantissime cose grazie a lui e so che ha ancora tanto da insegnarmi. È una bravissima persona, scherza quando c’è da scherzare ma quando c’è da lavorare lavora seriamente e con professionalità. Anche con il resto dello staff ho un buon rapporto, col prof. Raho , preparatore da ben 4 anni, sa comunare al meglio il lato del lavoro con quello umano. Tutti insieme stanno aiutandomi a diventare un calciatore. Quest’anno penserò a dare il massimo per questa società e arrivare in alto con la squadra, poi il futuro si vedrà. Se diventerò calciatore andrò a ringraziare chi mi è stato a fianco in questi anni, se non lo diventerò li ringrazierò lo stesso per avermi fatto crescere anche sotto il punto di vista di uomo. Ma se lo diventerò è solo merito loro”.