CASSA INTEGRAZIONE ARTIGIANA E PRESTITI ALLE IMPRESE: CASARTIGIANI TARANTO FA IL PUNTO

Il fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato ha iniziato ad erogare i primi contributi di sostegno al reddito ai lavoratori delle imprese artigiane previsti per l’emergenza Covid-19.

Solo in provincia di Taranto sono 385 le aziende iscritte a Casartigiani Taranto che hanno già presentato domanda per la prestazione prevista dal Fsba per 1115 dipendenti che momentaneamente sono stati sospesi per la chiusura delle attività produttive. Il settore benessere è quello maggiormente in affanno: il 45% delle richieste proviene infatti dai titolari di saloni di acconciatura e centri estetici. A seguire, sono state avanzate domande di sussidio anche nel settore food (20%), nell’impiantistica (10%) e nel settore autotrasporto (3%).

“Si tratta di numeri in continuo aumento. Un buon 50% degli artigiani sta già usufruendo del sostegno economico, a differenza di altre prestazioni per le quali ancora non si hanno notizie. – rileva il segretario generale di Casartigiani Taranto Stefano Castronuovo – Il fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato al momento è l’unico strumento per la cassa integrazione degli artigiani. Ricordiamo inoltre che già dal 1° aprile 2020, anche i datori di lavoro artigiani, non in regola con la contribuzione obbligatoria per legge, possono comunque presentare istanza per l’accesso alle prestazioni Covid-19, impegnandosi alla regolarizzazione successivamente”.

Casartigiani Taranto ha inoltre firmato una convenzione con Artigiancassa, banca di riferimento delle micro e piccole imprese artigiane, per l’attivazione di iniziative straordinarie per gestire l’emergenza Coronavirus. L’istituto bancario dallo scorso 20 aprile accoglie le domande di prestito fino a 25.000 € con garanzia dello Stato al 100% di cui al DL Liquidità.

Le pratiche di accesso al credito che l’associazione ha attualmente gestito sono 85 per un totale di 2 milioni e 150 mila euro richiesti fino ad oggi.

“Il nostro impegno è massimo e cercheremo di procedere speditamente per garantire il sostegno a tutti i lavoratori delle imprese artigiane e alle loro famiglie. Nessuno verrà lasciato indietro”, conclude Castronuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *