CASTELLANETA, RIPARTE IL MERCATO SETTIMANALE CON TUTTE LE CATEGORIE MERCEOLOGICHE

L’onorevole Ludovico Vico spiega il nuovo piano Riordino Ospedaliero e gli effetti che avra’sulla Asl di Taranto

“Mi riferisco, spiega Vico, ai testi e agli allegati della Delibera di Giunta della Regione Puglia inviati al Ministero della Salute e al Ministero della Economia e Finanze il 2 dicembre 2016 ( ovviamente non so se esistono successive modifiche).

Ovviamente, prosegue il parlamentare PD ionico, ho letto tutto ciò che riguarda la provincia di Taranto…e’ un Piano complesso che va dagli ospedali, alla emergenza-urgenza, ovvero Organizzazione Assistenza Ospedaliera e Specialistica (compresa la spesa farmaceutica).

Mi sono soffermato, per ora, su alcune tabelle che riporto: i posti letto e la classificazione degli ospedali Jonici.

Osservo quanto segue:
– i posti letto previsti nella Asl Taranto saranno 1691 di cui 1081 p.l. Pubblici e 610 p.l. Privati.
Nel 2015, il Ministero della Salute rispondendo ad una mia interrogazione parlamentare, dichiarava che i posti letto nella Asl TA erano 1561 ( di cui 948pubblici e 613privati);

– gli ospedali pubblici in terra Jonica sono 4 ( corrispondenti a 6 stabilimenti) e sono il Presidio Ospedaliero Centrale che comprende il SS.Annunziata, il Moscati e il San Marco di Grottaglie. Poi c’è l’ospedale di Castellaneta, quello di Martina F. ed infine quello di Manduria;
Mentre le cliniche private sono 7 più un Centro medico, quindi 8.

– nel 2015 gli accessi ospedalieri nel POC (SS.Annunziata, Moscati e San Marco) sono stati 116.584.
Il Piano per il 2017 prevede 100mila accessi, dopo aver chiuso il Pronto Soccorso del Moscati e di Grottaglie ed in attesa per il 2025 l’avvio del San Cataldo;

– alla fine avremo un ospedale di secondo livello (il POC), due ospedali di primo livello (Castellaneta e Martina F.) un ospedale di base ( Manduria) e Grottaglie viene riconvertito e/o chiuso.

-oncoematologia pediatrica funzionerà in spoke con il Policlinico di Bari;
– le discipline chirurgiche del Moscati funzioneranno in spoke con l’IRCCS Giovanni Paolo II di Bari.

Una sola domanda: come sostenere la emergenza sanitaria. Jonica.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *