CASTRONOVI: «UN ALTRO INCIDENTE SENZA INFORTUNI, MA PER QUANTO ANCORA SFIDEREMO LA FORTUNA?»

Apprendiamo dalla stampa che nei giorni scorsi si è verificato un altro incidente, fortunatamente senza infortuni, all’altoforno 2 dell’impianto gestito da ArcelorMittal.

Ci chiediamo cos’altro debba ancora accadere perché l’azienda e lo Stato proprietario si rendano conto che la direzione imboccata è sbagliata e che non si può più sfidare la fortuna?

Dalle informazioni raccolte, sappiamo che non tutti i lavori necessari per adeguare gli impianti e renderli efficienti sono stati realizzati. Anzi, spesso la “pezza” è stata peggiore del buco che doveva coprire: per evitare la fermata dell’altoforno 2, per esempio, pare si sia ricorso a un intervento di fortuna.

Il sindaco Rinaldo Melucci ha indicato una strada: convocare immediatamente un tavolo per stilare un accordo di programma che sia in linea con le aspettative di futuro di questa città.

Un tavolo nel quale sia centrale il destino dei lavoratori. Proprio in queste ore leggiamo dell’ennesima richiesta di cassa integrazione ordinaria, una prova alla quale non possono essere sottoposti periodicamente. Serve un disegno organico che tenga insieme tutte le esigenze, anche a costo di duri sacrifici.

Noi siamo pronti a farli e non resteremo inermi davanti all’insipienza di chi non vuole assumere le proprie responsabilità.Paolo CastronoviAssessore all’Ambiente e alle Società PartecipateComune di Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *