CAZZARO’: “UNA SCELTA DI CUORE, A CERIGNOLA UNA GARA COME TANTE ALTRE”

“Non escludo che già a Cerignola si possa vedere un Taranto con l’impianto tattico che prediligo, ovvero il 3 4 3.” Michele Cazzaro’ torna nella sala stampa dello Iacovone dopo poco più di 16 mesi. Il suo ritorno sulla panchina rossoblu è scandito da un coro unanime “ben tornato Michele”.
Come sua consuetudine parla di calcio con semplicità, per lui è una materia in cui non bisogna inventare nulla, basta la sapere come fare le cose con competenza. A chi lo stuzzica sulla gara-esordio di Cerignola risponde cosi:”Una gara come tutte le altre, una partita qualsiasi”.
Siamo solo alla terza giornata 6 punti da recuperare, dove va il primo pensiero?
“Ad entrambe le cose, abbiamo una buona squadra, credo sia importante ricominciare proprio da questo concetto”
Mister ci spieghi la scelta di accettare la panchina del Taranto in questo momento delicato.
“Ha scelto il mio cuore, non la testa. Il Taranto è la mia squadra, in questo stadio ho giocato davanti a 30mila persone, il richiamo – ha detto Cazzaro’ – è di quelli viscerali”.
“Se siamo in un momento difficile – chiosa il tecnico rossoblu – la colpa non è della squadra, non è dei tifosi, non è della società. Le pressioni della piazza erano note a tutti, chi è qui sa quello che deve fare per risalire.”
La conferenza stampa si chiude con una battuta che strappa un sorriso.
“La panchina? Vorrei che la mia fosse sempre quella più vicina al tunnel…cosi possiamo scappare prima!!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *