Home Cronaca CERCANO DI RUBARE CARBURANTE, AZIONE IMMEDIATA DELLA POLIZIA

CERCANO DI RUBARE CARBURANTE, AZIONE IMMEDIATA DELLA POLIZIA

CERCANO DI RUBARE CARBURANTE, AZIONE IMMEDIATA DELLA POLIZIA
0

Nella tarda serata di ieri gli Agenti della Sezione Volante durante la loro consueta attività di controllo del territorio , sono stati allertati dal titolare di una azienda sita nella zona industriale al quartiere Paolo Sesto. L’Imprenditore ha notato dalle immagini del sistema di videosorveglianza due persone arrivare con un furgone dinnanzi la sua azienda ed introdursi al suo interno.
I poliziotti arrivati nel giro di pochi minuti sul posto hanno colto sul fatto un uomo che all’interno del cortile della ditta, con l’aiuto di una scala, stava scavalcando la recinzione ed una donna ferma sulla strada vicino al furgone.
Dopo averli fermati, gli agenti hanno scoperto all’interno del mezzo furgonato la presenza di due grosse taniche di plastica contenenti gasolio.
Constatato che gli abiti dei due fermati emanavano un forte odore di carburante, i poliziotti hanno deciso di ispezionare l’interno della ditta, sospettando un probabile furto di gasolio.
E così con l’aiuto dell’addetto alla vigilanza dell’azienda, nel frattempo giunto sul posto , si è potuto accertare che sia un autocarro che un altro grosso mezzo di trasporto parcheggiati nel piazzale dell’azienda, presentavano il tappo del serbatoio del carburante forzato con evidenti macchie di gasolio nelle immediate vicinanze. Inoltre gli agenti hanno anche recuperato un tubo di gomma sporco di nafta e vicino alla recinzione , sotto la scala, altre due grosse taniche da 60 litri ciascuna piene di carburante, che evidentemente l’uomo non era riuscito a portare via per il tempestivo arrivo della Volante della Polizia.
Dopo il ritrovamento dei bidoni, l’uomo e la donna , entrambi tarantini rispettivamente di 43 e 37 anni , sono stati accompagnati negli uffici della Questura.
Il 43enne dopo le formalità di rito è stato tratto in arresto per furto aggravato in concorso, la donna invece è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato.
Il furgone in loro possesso è stato messo sotto sequestro.