CONTROLLI DEI CARABINIERI NELWEEK END, UN ARRESTO E 4 DENUNCE

Sorrisi ed atmosfera di festa per il taglio del nastro con il quale si è’ dato il via all’apertura del cantiere per la realizzazione del Centro Servizi Polivalente che si chiamerà “Falanto”. La cerimonia di avvio dei lavori e’ avvenuta alla presenza del vice ministro dello sviluppo economico Teresa Bellanova. Un investimento di oltre 12 milioni di euro che consentirà, tra le altre cose, l’approdo delle navi da crociera. Il progetto del Centro servizi polivalente, denominato ‘Falanto port service center’, è stato scelto tramite un concorso di progettazione svolto nel 2008. L’opera, che una volta terminata sarà come la vedete nella foto in evidenza, sarà realizzata al molo San Cataldo e consentirà il cosiddetto ‘waterfront’ ed il potenziamento dell’interrelazione tra porto e città. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il presidente dell’Autorità Portuale, Sergio Prete, il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano e il Commissario straordinario per le bonifiche, Vera Corbelli. Un’idea di sviluppo, sul fronte turistico, che oggi veniva data per scontata, ovvio che la speranza diventa più concreta con l’odierno avvio dei lavori, ma per giungere a questo tipo di sviluppo sarà necessario lavorare sodo e tanto a cominciare da domani quando si saranno spenti i riflettori sull’inaugurazione e le belle parole cariche di entusiasmo dovranno cominciare a trasformarsi in fatti concreti. Da sottolineare che i lavori saranno effettuati da aziende tarantine. È stato detto ai presenti che i lavori finiranno tra un anno, giusto il tempo necessario per l’annunciata arrivo della prima nave da crociera. La speranza è questa inaugurazione sia concretamente seguita dalle aspettative annunciate, i tarantini in passato di inaugurazioni rimaste tali hanno purtroppo già’ fatto esperienza. Che i sorrisi di oggi siano seguiti da altri sorrisi.
Guarda il video servizio tratto da 100 Notizie del 18 giugno 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *