CONTROLLI SERRATI ANTI-COVID 19: NELLA RETE DEI FALCHI DELLA SQUADRA MOBILE FINISCONO ALTRI 4 PUSHER

Continuano senza sosta i controlli sul territorio, predisposti dal Questore di Taranto dott. Giuseppe Bellassai, finalizzati al contenimento del contagio da covid-19. Una rete di controlli a maglia fitta nella quale cadono, oltre a chi trasgredisce alle disposizioni dettate in materia di sanità pubblica, anche i soggetti dediti ad attività illecite.
Proprio nello svolgimento di tali attività, infatti, la Polizia di Stato ha denunciato altre quattro persone, in distinte attività di polizia giudiziaria, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare, un tarantino di 42 anni, già gravato da precedenti penali, da qualche giorno era stato messo sotto controllo dai Falchi della Squadra Mobile.
Nel corso dei ripetuti servizi di appostamento ed osservazione, i poliziotti hanno notato un notevole andirivieni di giovani e, per questo motivo, nel corso dell’ultimo servizio, hanno deciso intervenire. Una volta entrati nell’appartamento dell’uomo, i Falchi hanno fatto scattare una perquisizione che ha consentito di recuperare dodici flaconi di metadone, privi della prevista etichettatura, ed un bilancino di precisione che sono costati all’uomo una denuncia in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Stessa sorte per a due uomini, originari della provincia di Matera, rispettivamente di 35 e 43 anni, che sono stati controllati mentre, a bordo della loro auto, una utilitaria, avevano imboccato la SS 106 direzione Reggio Calabria.
Nel momento in cui stava per scattare il controllo, il passeggero, con una mossa fulminea, ha cercato di disfarsi di un involucro gettandolo dal finestrino. Gesto, questo, che non è sfuggito ai Falchi che, così, hanno recuperato il piccolo involucro. Al suo interno, alcune dosi di eroina e cocaina. Per i due, oltre alla denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, anche la sanzione amministrativa per la violazione delle norme in materia di contenimento del covid-19.
In un’altra operazione di polizia giudiziaria, un 51enne, residente a Castellaneta, è stato fermato nei pressi della Stazione Ferroviaria di Taranto durante un posto di controllo predisposto sempre nell’ambito dei servizi anti-covid-19. Le circostanze e il comportamento dell’uomo, che non è stato in grado di fornire motivazioni valide in merito alla sua presenza sul posto, hanno spinto gli agenti ad approfondire il controllo che ha consentito di recuperare, abilmente celati all’interno dei calzini, n. 11 dosi di cocaina ed eroina.
Inevitabili, per l’uomo, la denuncia per detenzione ai fini dispaccio di sostanza stupefacente, anche la sanzione amministrativa per le violazioni alle norme sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *