CONVEGNO CARITAS IN PROVINCIA ‘PER UNO SVILUPPO UMANO INTERGRALE’

Per la Chiesa lo sviluppo umano integrale ha alla base la dignità di ogni persona umana. Dunque il vero sviluppo deve essere universale e di tutti e deve comprendere la dimensione materiale ma anche quella spirituale, perseguendo il bene comune secondo il principio di solidarietà, con un’attenzione preferenziale ai più poveri, agli esclusi e ai meno tutelati.
Questo ha sottolineato S.Em. il Card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, nel suo intervento al 39° Convegno delle Caritas diocesane in corso di svolgimento a Castellaneta, aggiungendo che la Chiesa non è una ONG assistenziale, come disse papa Francesco nella primissima omelia dopo la sua elezione, ma è dalla fede che nasce l’impegno concreto e la testimonianza. Non si può dunque proporre un umanesimo senza Dio. “Con questa coerenza – ha concluso il cardinale – le Caritas diocesane italiane potranno dare il loro contributo alla grande sfida culturale, spirituale e educativa che implicherà lunghi processi di rigenerazione (LS 202)”.
Una sfida per un cambiamento “che richiede di essere alimentato con la cultura, la spiritualità e l’educazione, affinché possa raggiungere sempre più persone, sempre più le nuove generazioni”.
Dopo l’intervento del card. Turkson si è aperta una finestra sul dramma degli sfollati nel Nord Iraq. Con un collegamento da Amadiya, a nord di Erbil, in una regione montagnosa e isolata, il parroco padre Samīr, intervistato da Massimiliano Cochi di TV2000, ha testimoniato l’impegno nell’accoglienza di cristiani e anche di molti yazidi. Nel pomeriggio, dopo i tavoli di lavoro e di confronto, alle 19, S.E. Mons.Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto e Presidente della Conferenza episcopale pugliese, presiederà la celebrazione eucaristica. In serata ci sarà lo spettacolo “Cammelli a Barbiana”, un racconto di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia su don Lorenzo Milani a 50 anni dalla morte. (FOTO TRATTA DA FAMIGLIA CRISTIANA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *