COVID NUOVO CASO A TARANTO SPIEGATO DALLA ASL

  • di

Un operaio di una ditta non pugliese (del Nord Italia), che ha lavorato per soli 3 giorni (all’incirca 7-10 giorni fa) nei pressi dello stabilimento Arcelor Mittal di Taranto, dopo essersi sottoposto a tampone rinofaringeo, è risultato positivo al Covid-19.

Sono intervenuti gli specialisti del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Taranto, sottoponendo a tampone 14 persone che hanno condiviso l’attività professionale con l’operaio risultato positivo. Allo stato, 12 di essi sono risultati negativi. Relativamente ai restanti due lavoratori, si resta in attesa di conoscere i risultati del primo tampone.

Si comunica, inoltre, che nella tarda mattinata della giornata odierna, 10 settembre, è stata dimessa dal reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto una paziente guarita dal Covid-19, dopo che due tamponi avevano dato esito negativo. Al momento, risultano ricoverati presso il “Moscati” 28 pazienti Covid, nessuno dei quali è in terapia intensiva.

Così come ieri, con una nota, l’ASL Taranto ha ribadito la necessità che gli organi di informazione, in relazione all’emergenza sanitaria in corso, si attengano alle notizie diffuse per mezzo di note ufficiali da parte delle istituzioni preposte, oggi l’Azienda Sanitaria invita tutti i cittadini, che frequentemente fanno un utilizzo non attento e scrupoloso dei social networks, diffondendo anche notizie non attendibili, a mantenere un comportamento responsabile nelle attività di comunicazione e condivisione di contenuti in rete, verificando le fonti nelle notizie di interesse pubblico che si intendono divulgare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *