COVID, LA SITUAZIONE NELLA REGIONE PUGLIA TRA CASI E OSPEDALI

(ANSA) – BARI, 17 MAR – Nuova impennata di ricoveri Covid in Puglia, dove è stata superata la soglia dei 1.800 pazienti assistiti negli ospedali. I positivi al Coronavirus che si trovano in cura nelle strutture sanitarie oggi sono 1.810, mentre ieri erano 1.750, +60 in appena 24 ore. Le terapie intensive sono sempre più piene, attualmente i ricoverati sono 218, +46 nuovi ingressi oggi: solo la Lombardia presenta un dato peggiore, +81.
    La Puglia è la sesta regione in Italia per numero di persone affette dal Covid nelle rianimazioni. Secondo i dati Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, riferite però a ieri, nelle terapie intensive, in 24 ore, si è passati dal 33% di occupazione al 34% (la soglia critica fissata dal ministero è pari al 30%); mentre in Area medica (pneumologia e malattie infettive) il tasso è salito dal 42 al 43% (limite 40%). Il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, e l’assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco, hanno firmato una circolare diretta a tutti i direttori generali e sanitari delle Asl chiedendo che, sino al 6 aprile, vengano bloccati i ricoveri non urgenti. E’ stata quindi disposta “la sospensione – si legge – dei ricoveri programmati sia medici che chirurgici presso le strutture ospedaliere pubbliche Covid e No-Covid”. Saranno garantiti solo i “ricoveri con carattere di urgenza non differibile” provenienti dai pronto soccorso. Tra le urgenze rientrano anche i ricoveri di pazienti oncologici. La disposizione vale anche per i privati. Può proseguire l’attività ambulatoriale ordinaria, compresa quella in intramoenia.
    La Regione ha chiesto aiuto anche agli ospedali privati accreditati e oggi la clinica Villa Lucia Hospital di Conversano (Bari) ha messo a disposizione, in un’ala della struttura totalmente separata e con ingressi e personale dedicato, 100 posti letto per il trattamento di pazienti Covid, di cui 20 in semi intensiva. La decisione, assunta anche nella prima ondata della pandemia, è stata presa “al fine di supportare le attività di cura e il contenimento della diffusione del virus Covid”.
    Negli ospedali c’è anche carenza di personale rispetto all’ondata di pazienti, per questo motivo l’Asl Bari è alla ricerca di medici specializzandi di varie discipline da inserire negli organici delle aree Covid. E’ stato pubblicato l’avviso pubblico online per il conferimento di incarichi a tempo determinato (32 ore settimanali) della durata di sei mesi, prorogabili sino al 31 dicembre 2021, a medici attualmente in formazione specialistica iscritti all’ultimo e al penultimo anno nelle Scuole di specializzazione. L’avviso, per soli titoli, è rivolto medici specializzandi nelle discipline di Anestesia e Rianimazione, Geriatria, Malattie Infettive, Malattie dell’Apparato Respiratorio, Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza, Medicina Interna, Neurologia, Cardiologia e Urologia.  In tutto in Puglia sono morte 4.367 persone. Sono 124.948 i pazienti guariti mentre ieri erano 123.852 (+1.096); sono 39.818 i casi attualmente positivi mentre ieri erano 39.214 (+604). (ANSA).
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *