Home Altro CTP, ECCO I NUOVI CONTROLLORI

CTP, ECCO I NUOVI CONTROLLORI

CTP, ECCO I NUOVI CONTROLLORI
0

L’attività di CTP Taranto con l’inizio del nuovo anno si arricchisce di importanti novita’ che vanno a qualificare ulteriormente il percorso di rinnovamento ed ampliamento dell’organico dell’azienda avviato mesi fa.
Dall’ 8 gennaio 2016 sugli autobus di linea CTP , sette nuovi controllori sono pronti ad esercitare la propria attivita’ verificando il possesso dei titoli di viaggio da parte dei passeggeri a bordo dei mezzi pubblici ed a comminare sanzioni in presenza di irregolarità.
Si tratta di dipendenti CTP che dal ruolo di autisti sono passati a quello di controllori, in virtù di un concorso interno all’azienda che hanno regolarmente vinto.
Considerata la delicatezza della professione che li investe delle funzioni di pubblico ufficiale, l’insediamento dei sette e’ avvenuto attraverso una cerimonia formale svoltasi nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città.
Nadir Apollonio, Giovanni Attanasio, Cosimo Chetta, Antonio Peluso, Roberto Saracista, Domenico Tatamaro, Giuseppe Tomaselli hanno prestato giuramento nelle mani del sindaco di Taranto, Ezio Stefano, leggendo di volta in volta la formula di rito, contraendo cosi’ nuove ed importanti responsabilità nei confronti dell’utenza.
“Voi avete l’orgoglio di essere al servizio delle istituzioni e dei cittadini, soprattutto di quelli più fragili. Avete anche il delicato compito di avvicinare i cittadini alle istituzioni” – queste le parole di apertura del primo cittadino che hanno profondamente segnato una cerimonia sobria nella forma, ma intensa nei contenuti.
Particolare soddisfazione e’ stata espressa dall’Amministratore Unico di CTP Taranto, Roberto Falcone, che sin dal suo insediamento ha puntato sull’efficientamento dell’Azienda senza mai perdere di vista la qualità del servizio di trasporto pubblico del nostro territorio.
Un traguardo importante anche per il Direttore Generale, Cosimo Rochira, che ha seguito il percorso professionale dei “sette” fino al giuramento di ieri, sapendo che l’azienda dovrà fare a meno di autisti eccellenti, ma che, in compenso potrà avvalersi di ineccepibili controllori.