DISSEQUESTRO IMPIANTI RAFFINERIE ENI

Dopo la facoltà d’uso, il gip poco fa ha disposto il dissequestro completo degli impianti interessati dal sequestro delle raffinerie Eni, tra cui quella di Taranto, disposto lo scorso 22 novembre dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Guardia di finanza per una maxi evasione di circa 10milioni di euro. A renderlo noto alla nostra redazione la Femca Cisl. Ricordiamo che i finanzieri del Comando provinciale di Roma, coordinati dalla procura capitolina, avevano proceduto al sequestro preventivo dei sistemi di misurazione di prodotti petroliferi installati in numerosi depositi e raffinerie di Eni in 13 Regioni. Secondo l’accusa sarebbero stati evasi 10 milioni di euro relative al pagamento delle accise su 40 milioni di litri di prodotti petroliferi. In tutto ci sarebbero 18 indagati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *