ELEZIONI, ROMANDINI, “CIBO E VITA, CHEF DI STRADA” (FOTO)

“Cibo è vita”, il dott. Mazza chef di strada
per un giorno al rione Tamburi

Il cibo come primo e importante approccio ad uno stile di vita corretto. Il cibo come elemento fondamentale della buona salute. Il cibo come promozione del territorio e termometro della sua condizione ambientale.
Il cibo nella vita di tutti i giorni ha un valore immenso, eppure talvolta ne sottovalutiamo l’importanza. Rimettere al centro il cibo è proprio il senso dell’iniziativa del dottor Patrizio Mazza, direttore della struttura complessa di Ematologia dell’Ospedale Moscati e capolista di “Taranto sorridi” con Luigi Romandini sindaco, in programma sabato prossimo, 6 maggio 2017.
“Cibo è vita”, questo il titolo della manifestazione che dalle 18 in poi animerà un luogo simbolo di Taranto: Piazza Gesù Divin Lavoratore. Il dottor Mazza nell’insolita veste di chef di strada, offrirà ai cittadini prodotti tipici per sottolineare l’importanza di quello che mangiamo, ma anche per illustrare le potenzialità di un settore come l’agroalimentare per creare nuova occupazione, nuovo sviluppo, nuove imprese.
“La politica ha imposto un modello economico che ha distrutto il territorio e danneggia la salute dei cittadini – sottolinea Mazza – come medico combatto le malattie e le patologie correlate a stili di vita errati, come cittadino mi impegno per valorizzare le vere vocazioni del territorio che sono quelle del mare e della terra. E per promuovere questi valori ho deciso di partire dal rione Tamburi, quello più vicino alle ciminiere e alle montagne di minerale, perchè qui, più che altrove, occorre immaginare un futuro diverso per lasciarsi alle spalle la disperazione”.
In Piazza Gesù Divin Lavoratore ci sarà anche il candidato sindaco Luigi Romandini. “Il nostro programma – spiega – mette al centro la salute e tutte le politiche tese a favorire attività economiche che siano in sintonia con l’ambiente, che accompagnino Taranto ad uscire dall’incubo di industrie che (come scrivono i magistrati di Ambiente svenduto) producono malattie e morte. Vogliamo restituire il sorriso ad una città che decenni di cattiva amministrazione di destra e di sinistra, hanno fatto sprofondare nella depressione. Il dramma di Taranto è stato causato da quegli stessi partiti e movimenti che oggi si ripropongono e si nascondano sotto mentite spoglie. Sedicenti liste civiche sono farcite di rappresentanti di partito, consiglieri comunali, ex amministratori che hanno sfasciato e sgovernato Taranto. Questo non è cambiamento, è un becero tentativo di riciclaggio che i tarantini respingeranno al mittente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *