EVASIONE, SEQUESTRO DI BENI PER OLTRE 9 MILIONI DI EURO

I militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria, della Guardia di Finanza di Taranto hanno eseguito un decreto di sequestro conservativo di un compendio aziendale, fabbricati, terreni, disponibilità finanziarie e quote sociali, per un totale di 9 milioni e 200 mila euro, nei confronti di 5 persone, tra amministratori e soci di un’impresa di Laterza, operante nel settore della ristorazione.
Il provvedimento, disposto dal G.I.P. del Tribunale di Taranto – dr.ssa Elvia di Roma, su richiesta del P.M. – dr.ssa Daniela Putignano, e’ la conseguenza di una verifica fiscale condotta dal pref nel 2012, al termine della quale fu accertato che la società, negli anni d’imposta dal 2006 al 2009, aveva omesso di dichiarare al fisco una maggiore base imponibile per circa 3,5 milioni di euro nonché aveva evaso I.V.A. per 320 mila euro.
Le cinque persone furono denunciate per i reati di dichiarazione fraudolenta e dichiarazione infedele.
Il sequestro conservativo è stato disposto al fine di cautelare le garanzie per il pagamento delle tasse evase, delle spese processuali e di ogni altra somma dovuta all’Erario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *