FATTURE FALSE: SEQUESTRO DI OLTRE 300MILA EURO, NEI GUAI IMPRENDITORE

I Militari della Compagnia di Manduria della Guardia di Finanza, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” – ex art.
321 c.p.p. -, di beni mobili, immobili e disponibilità
finanziarie per un ammontare complessivo di 387 mila euro,
nei confronti di un imprenditore di Monacizzo – frazione del
Comune di Torricella, operante nel settore delle
lavorazioni metalmeccaniche.
Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale
di Taranto, su proposta della locale Procura della Repubblica,
è la diretta conseguenza di una verifica fiscale eseguita dalle
Fiamme Gialle della predetta Compagnia, all’esito della
quale sono stati constatati, per il recupero a tassazione in
materia di imposte dirette e I.V.A., 1 milione e 500 mila
euro.
Il predetto imprenditore, risultato essere evasore totale, è
stato denunziato all’Autorità Giudiziaria per i reati di cui agli
articoli 5 e 8 del D.Lgs. 74/2000, relativi ad omesse
dichiarazioni fiscali ed emissione di fatture per operazioni
inesistenti in favore dei titolari di 4 imprese operanti nelle
province di Taranto, Brindisi e Cosenza, anch’essi denunziati
all’Autorità Giudiziaria per l’utilizzo delle fatture medesime.
L’importo del sequestro per equivalente si riferisce all’ammontare complessivo delle imposte evase.

Lascia un commento