FATTURE FALSE: SEQUESTRO DI OLTRE 300MILA EURO, NEI GUAI IMPRENDITORE

I Militari della Compagnia di Manduria della Guardia di Finanza, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” – ex art.
321 c.p.p. -, di beni mobili, immobili e disponibilità
finanziarie per un ammontare complessivo di 387 mila euro,
nei confronti di un imprenditore di Monacizzo – frazione del
Comune di Torricella, operante nel settore delle
lavorazioni metalmeccaniche.
Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale
di Taranto, su proposta della locale Procura della Repubblica,
è la diretta conseguenza di una verifica fiscale eseguita dalle
Fiamme Gialle della predetta Compagnia, all’esito della
quale sono stati constatati, per il recupero a tassazione in
materia di imposte dirette e I.V.A., 1 milione e 500 mila
euro.
Il predetto imprenditore, risultato essere evasore totale, è
stato denunziato all’Autorità Giudiziaria per i reati di cui agli
articoli 5 e 8 del D.Lgs. 74/2000, relativi ad omesse
dichiarazioni fiscali ed emissione di fatture per operazioni
inesistenti in favore dei titolari di 4 imprese operanti nelle
province di Taranto, Brindisi e Cosenza, anch’essi denunziati
all’Autorità Giudiziaria per l’utilizzo delle fatture medesime.
L’importo del sequestro per equivalente si riferisce all’ammontare complessivo delle imposte evase.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *