FESTEGGIAMENTI CAPODANNO, BOTTI VIETATI A GINOSA FINO AL 6 GENNAIO

SINDACO PARISI: “PROVVEDIMENTO NECESSARIO PER TUTELA PERSONE E ANIMALI’’

Anche quest’anno, in occasione dei festeggiamenti della vigilia di Capodanno, il Comune di Ginosa ha vietato l’esplosione di petardi e/o altri artifici pirotecnici in tutto il territorio comunale, sia in luoghi pubblici che privati, sia all’aperto che in luoghi chiusi, ad eccezione delle manifestazioni espressamente autorizzate.

L’ordinanza è valida da oggi 27 dicembre, fino al 6 gennaio 2019 (incluso).

Per i trasgressori, previste sanzioni amministrative fino a 500 euro, nonché il sequestro e la confisca del materiale pirotecnico, fatta salva l’applicazione di ulteriori ed eventuali sanzioni amministrative e penali. Delle violazioni commesse dai minori, risponderanno coloro i quali sono tenuti alla loro vigilanza.

«Ogni anno si verificano a livello nazionale infortuni gravi durante l’utilizzo di botti – ha dichiarato il Sindaco Vito Parisi – l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di bombolette e mortaretti e il lancio di razzi è anche causa di disagio negli animali d’affezione, domestici e selvatici, che avvertono stress e spavento.

La massiccia presenza di cani e gatti in moltissime case dei ginosini, ha spinto l’Amministrazione ad adottare anche quest’anno tali misure preventive per la loro salvaguardia. Senza contare i rumori molesti nell’ambito urbano, l’incolumità delle persone stesse ed eventuali danni materiali a strutture pubbliche e non».

Il Comando di P.M. e le altre Forze di Polizia dello Stato presenti sul territorio comunale, competenti per legge, avranno il compito di fare osservare la presente ordinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *