FESTEGGIAMENTI CAPODANNO, BOTTI VIETATI A GINOSA FINO AL 6 GENNAIO

SINDACO PARISI: “PROVVEDIMENTO NECESSARIO PER TUTELA PERSONE E ANIMALI’’

Anche quest’anno, in occasione dei festeggiamenti della vigilia di Capodanno, il Comune di Ginosa ha vietato l’esplosione di petardi e/o altri artifici pirotecnici in tutto il territorio comunale, sia in luoghi pubblici che privati, sia all’aperto che in luoghi chiusi, ad eccezione delle manifestazioni espressamente autorizzate.

L’ordinanza è valida da oggi 27 dicembre, fino al 6 gennaio 2019 (incluso).

Per i trasgressori, previste sanzioni amministrative fino a 500 euro, nonché il sequestro e la confisca del materiale pirotecnico, fatta salva l’applicazione di ulteriori ed eventuali sanzioni amministrative e penali. Delle violazioni commesse dai minori, risponderanno coloro i quali sono tenuti alla loro vigilanza.

«Ogni anno si verificano a livello nazionale infortuni gravi durante l’utilizzo di botti – ha dichiarato il Sindaco Vito Parisi – l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di bombolette e mortaretti e il lancio di razzi è anche causa di disagio negli animali d’affezione, domestici e selvatici, che avvertono stress e spavento.

La massiccia presenza di cani e gatti in moltissime case dei ginosini, ha spinto l’Amministrazione ad adottare anche quest’anno tali misure preventive per la loro salvaguardia. Senza contare i rumori molesti nell’ambito urbano, l’incolumità delle persone stesse ed eventuali danni materiali a strutture pubbliche e non».

Il Comando di P.M. e le altre Forze di Polizia dello Stato presenti sul territorio comunale, competenti per legge, avranno il compito di fare osservare la presente ordinanza.

Lascia un commento