FINITO IL RITIRO DEL TARANTO: PRONTI PER IL POTENZA

Uno degli esempi più positivi della stagione, Odigwe Nosa parla dopo il successo del Taranto per 4-0 in quel di Gallipoli e da la sua favorita per il campionato.

“E’ un momento importante perché crediamo in noi e possiamo far sempre meglio. Grazie al gruppo, a Cazzarò che ci da fiducia e alla società che ci è sempre stata accanto anche nei momenti di difficoltà. La favorita? Il Taranto secondo me, squadra compatta che lotta per 90 minuti. L’altra che mi fa paura è il Nardò, un team rognoso e ha speso molto per tentare il salto di categoria. Nel prossimo turno il turno più difficile è quella di Marcianise –Nardò, campo piccolo e con pochi spazi. Bisceglie? Sa giocare a calcio e spero metta in difficoltà la Virtus. Noi speriamo di continuare questo filotto di vittorie, ci stiamo mettendo il massimo per starci ora, così come potevamo prima, e tentiamo di vincere il campionato. Massima attenzione è stata quella che ci ha chiesto il mister. Noi volevamo giocare e spesso chi gioca a calcio riesce a vincere le gare. Gli under? A molti non piace, senza questa regola, almeno in Italia, in molti non giocherebbero in una squadra importante. I miei punti di riferimento? Marsili, Genchi e Ciarcià, quest’ultimo da tanti consigli vista la sua esperienza. Taranto mi piace, una città molto bella. Esordio allo Iacovone? Davanti allo spogliatoio avevo un po’ di timore, visto che lo scorso anno giocavo in uno stadio con poco pubblico. L’emozione l’ho raccontata a mio fratello ed è stato fantastico. Insostituibile? Bello, ma devo giocar bene e non posso pensare di far quello che voglio. Con Cazzarò devo migliorare la fase difensiva, nell’altra gestione ho fatto degli errori ma anche tante cose buone.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *