(FOTO) ECCO IL PROGRAMMA DI ARCELORMITTAL PER L’ILVA

A Taranto, un investimento da 2,3 miliardi di euro, di cui 1,1 per gli interventi ambientali, con la copertura dei parchi minerali e 1,2 per lo sviluppo produttivo ed industriale. Arcelormittal, in campo insieme a Marcegaglia, ha presentato l’offerta della cordata Am Investco Italy per l’acquisto dell’Ilva. Due fasi per gli obiettivi produttivi che – è stato spiegato – rispetteranno cosi gli standard dell’autorizzazione integrata ambientale.
Sul fronte ambientale, il nostro programma, è stato detto, è la diminuzione dei livelli di CO2. Importante la tecnologia del preridotto )arcelor ha l’unico stabilimento in europa ed è il maggior produttore di preridotto al mondo. Se però costruire uno stabilimento con preridotto in Italia sarebbe poco competitivo, a causa dell’alto costo del gas naturale, Arcelormittal sta sperimentando nuove tecnologie. Come quelle dello stabilimento di Gand, dove è immesso direttamente il carbone, invece del coke, nel ciclo di produzione e si abbattono del 20 per cento le emissioni per tonnellata di acciaio o si riutilizza il residuo del gas dell’altoforno, abbinato ad acqua e microbi, per produrre etanolo, quindi alcool (anche alimentare). Dal 10 per cento del gas di altoforno, si producono 80 milioni di litri di combustibile, per i mezzi di trasporto. Un progetto che – è stato spiegato – potrebbe essere portato anche a Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *