DA FUOCO ALLA PORTA D’INGRESSO DI UN APPARTAMENTO E TENTA SUICIDIO

L’uomo al momento del fermo ha estratto un piccolo coltello con l’intenzione di suicidarsi. Gli agenti del Commissariato Borgo sono intervenuti in uno stabile del centro cittadino, dove era stato segnalato l’incendio della porta di appartamento.
Giunti sul posto, i polizotti hanno sin da subito avvertito un forte odore di bruciato e poi saliti al terzo piano del palazzo hanno effettivamente constatato i segni di un principio di incendio che parzialmente annerito la porta d’ingresso dell’appartamento. Dopo aver messo in sicurezza anche gli inquilini dello stabile, nessuno dei quali ferito, gli agenti dopo le prime immediate indagini, hanno accertato l’identità del presunto autore del gesto. Dopo qualche minuto, il sospettato, un 77enne tarantino, è stato rintracciato poco distante, fermo ad una fermata dell’autobus. L’uomo ancora visibilmente agitato ha sin da subito ammesso le sue responsabilità circa l’incendio.
Mentre, accompagnato dai polizotti, si stava recando a piedi al vicino Commissariato per le formalità di rito, l’anziano signore ha improvvisamente uscito dalla sua tasca un piccolo coltello ed ha tentato in maniera violenta di autolesionarsi. La prontezza degli agenti che lo accompagnavano ha evitato il peggio.
L’uomo con non poche difficoltà è stato immobilizzato e riportato alla calma.
Accompagnato definitivamente in Commissariato l’uomo assistito anche dai suoi famigliari, è stato poi denunciato in stato di libertà per porto e detenzione di oggetti atti ad offendere e per danneggiamento a seguito di incendio.
Indagini ancora in corso per stabilire i motivi del gesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *