FURTI DI ENERGIA ELETTRICA, INTERVIENE LA POLIZIA IN ALCUNI PUNTI DELLA CITTÀ

Il personale del Commissariato Borgo continua, unitamente al personale Enel, senza sosta i controlli straordinari finalizzati alla repressione dei furti di energia elettrica.
In un esercizio commerciale del centro, si è avuto modo di accertare un prelievo fraudolento di energia elettrica attraverso il sistema Bypass con un danno alla azienda di circa 50mila euro.
Nel quartiere Tamburi, i poliziotti hanno verificato che un intero palazzo adibito ad abitazione civile effettuava prelievi fraudolenti di energia elettrica attraverso il sistema Bypass a monte del il misuratore e che nello stesso condominio vi erano appartamenti privi di contatori. Il danno quantificato è di circa 70mila euro e sei sono state le persone denunciate.
Altri controlli si sono incentrati su due abitazioni civili di via Capocelatro, accertando la presenza di due prelievi fraudolenti attraverso il sistema diretto privo di contatore, con un danno economico di circa 30mila euro. Sono due le persone denunciate.
Sempre i colleghi del Commissariato Borgo, nel corso dei quotidiani controlli in Città Vecchia, hanno denunciato per inosservanza al Daspo urbano quattro parcheggiatori abusivi mentre erano impegnati nello svolgimento dell’illecita attività.
La Squadra Volante ha denunciato per porto abusivo di armi un pregiudicato di 42 anni perché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 20 cm.
Stessa sorte per un pregiudicato del 1987 trovato in possesso di un coltello a serramanico con lunghezza di 8 cm di lama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *