FURTO ENERGIA ELETTRICA, COINVOLTO UN INTERO STABILE DEL CENTRO (FOTO)

Scoperto un intero stabile che prelevava in maniera fraudolenta energia elettrica
Nell’ambito dell’attività d’istituto volta alla prevenzione e repressione dei reati, gli agenti del Commissariato Borgo hanno effettuato controlli con particolare attenzione ai luoghi di maggior aggregazione del centro cittadino.
In piazza Bettolo, i poliziotti hanno notato delle persone sospette che sono state immediatamente controllate.
Uno di questi, un tarantino 64enne incensurato, è stato trovato in possesso di un coltello a scatto della lunghezza complessiva di 15 cm e di un contenitore con all’interno una piccola quantità di hashish.
L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per porto di armi ed oggetti atti ad offendere e segnalato alla Prefettura di Taranto per l’uso di sostanze stupefacenti.
Nel corso dei posti di controllo istituiti sulle più importanti vie di comunicazione del centro cittadino un giovane tarantino di 17 anni è stato sorpreso alla guida di un motociclo senza aver mai conseguito la patente di guida. Lo scooter è stato posto fermo amministrativo con la conseguente sanzione amministrativa di 5.000 euro.
Nell’ambito di mirati servizi di contrasto al furto di energia elettrica, i poliziotti del Commissariato, coadiuvati da personale qualificato di Enel Distribuzione, hanno effettuato un controllo in uno stabile di via Leonida, rilevando ben cinque prelievi fraudolenti di energia elettrica in altrettanti appartamenti.
Dopo il sequestro dei bypass e di tutto il materiale elettrico utilizzato sono state identificate e denunciate cinque persone per furto. Il valore economico del furto dalle prime sommarie stime fatte dal personale preposto si aggira intorno alla somma di 80.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *