FURTO NEL SUPERMERCATO, TENTA FUGA IN BICICLETTA

Gli uomini della Sezione Falchi della Squadra Mobile hanno tratto in arresto in flagranza di reato Solito Antonio, 31enne tarantino pregiudicato, resosi responsabile del reato di furto presso un esercizio commerciale.
Nel tardo pomeriggio del 14 luglio scorso, gli investigatori della Sezione Falchi, impegnati in servizi mirati di repressione dei reati predatori, erano a bordo di un’autovettura “civetta”, quando si sono diretti in Corso Italia dove era stata segnalata la presenza di un individuo sospetto che, su una bicicletta, si stava aggirando in maniera equivoca nei pressi delle attività commerciali presenti lungo quella via.
In effetti, la tempestività con la quale i poliziotti sono giunti in Corso Italia ha permesso loro di assistere in maniera diretta alla lesta uscita di Solito – subito riconosciuto in quanto pregiudicato – dall’interno di un supermercato con una borsa a tracolla.
La rapida azione dell’uomo, ancora ignaro di essere tenuto sottocchio dai Falchi, è proseguita salendo sulla bicicletta con la quale ha cercato di allontanandosi a forti pedalate.
Le circostanze di tempo e di luogo, nonché gli specifici precedenti relativi ai reati predatori messi a segno dal soggetto, hanno fortemente insospettito gli operatori tanto da determinarli ad inseguire e fermare il “frettoloso ciclista”.
Bloccatolo, all’interno della borsa sono state trovate 14 confezioni di Grana Padano Dop del peso di 300 grammi cadauno, per un valore commerciale complessivo di 42 euro.
Vistosi scoperto, il reo ha ammesso di aver appena consumato il furto presso il supermercato dal quale gli agenti lo hanno visto uscire alla svelta.
Costui, di conseguenza, è stato tratto in arresto nella flagranza del reato di furto.
Del provvedimento è stata data notizia al pubblico ministero reperibile, il quale ha disposto la misura degli arresti domiciliari e la traduzione del reo presso il luogo indicato a tal fine.
Poco dopo, il responsabile del supermercato ha formalizzato la denuncia querela per il furto subito presso gli uffici della Questura.
Allo stesso i poliziotti hanno consegnato tutta la refurtiva perché merce velocemente deperibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *