Home Sport GIOVE, IL TARANTO NEL 2020

GIOVE, IL TARANTO NEL 2020

GIOVE, IL TARANTO NEL 2020
0

“Tutto sommato un buon anno quello che si è chiuso”. Inizia così l’analisi di Massimo Giove, presidente del Taranto, a 100 Sport Magazine. Nel corso della trasmissione vari i temi trattati dal numero 1 ionico. Partendo da ciò che non ha girato nella prima parte dell’anno scolare appena concluso. “Nel 2019 la sconfitta a Gravina mi tolse speranze per la rincorsa promozione. Tanti momenti di gioia e buon calcio. Errori questa estate? A Giugno non c’era un solo addetto ai lavori che dicesse il contrario: eravamo i favoriti. Ragno il miglior allenatore, carta bianca per il mercato. Tutte queste componenti non bastano. Con lui abbiamo perso 4 partire su 8 disputate e ho dovuto interrompere il lavoro. Dopo la gara col Gravina di questa stagione, con Panarelli in panchina, qualcosa non ha funzionato. I 9 punti di ritardo non mi preoccupano. Ora andiamo per gradi. I ragazzi hanno passato dei periodi particolari causa pressioni della piazza giustamente per i risultati che mancano. Dalla gara col Brindisi sappiamo che abbiamo pochissime possibilità di sbagliare. Quando giocheremo col Foggia capiremo che Taranto potrà essere in questo 2020 Sono deluso quando i risultati non vengono e al momento sono da solo. Tutti insieme dobbiamo crederci, rispetto il pensiero della tifoseria. La domenica dobbiamo tifare Taranto. Non mi rimprovero nulla per quello che sto facendo e ho fatto. Fondo arabo? Non è l’unica notizia uscita fuori in questo periodo. Sono info che non fanno bene al Taranto. Con questo non sto dicendo che non ho avuto contatti. Sto cercando di far crescere il Taranto e creare certezze. La criticità occupazionale, al momento, è un problema. Faccio un appello: nel 2020 siamo più positivi. Capisco, comprendo, la grande depressione in città. Stringiamoci attorno al Taranto. C’è la determina del comune per i 50mila euro in acquisto dei biglietti. Ringrazio il sindaco Melucci e tutta la giunta che permette di avvicinare la città e i ragazzi aumentando il senso di appartenenza. Mi auguro sia una delle tante iniziative col Comune. Assieme ai biglietti c’è il campo B in sintetico. Stiamo continuando a costruire qualcosa di importante. In ogni momento stiamo cercando ingredienti giusti per far bene. Inoltre un passaggio senza creare alibi: il Taranto, sotto la mia gestione, ha dovuto subire disastrose scelte arbitrali. Vedi l’ultima gara col Cerignola con due gol molto dubbi. Eravamo sotto e abbiamo pareggiato. Ma altre situazioni con la Nocerina, col Foggia. Qui accadono cose strane ma cercheremo di migliorare anche in questo. Mercato? Dato mandato pieno al DS De Santis. Stiamo bene, abbiamo cambiato tanto rispetto alla squadra di Sgrona e Ragno. Con Van Ransbeeck e Carriero va bene così, siamo forti. È stato rinforzato l’organico ma sono dispiaciuto per la decisione di Favetta. Tutti viviamo la contestazione ma a malincuore è andato via. Non vogliamo trattenere nessuno e chi rimane resta e combatte con piacere. Caso Kosnic? Stiamo preparando una memoria difensiva, la giurisprudenza non è così chiara. Vedremo cosa accadrà in questa situazione assurda con la speranza che tutto possa svanire come una bolla di sapone”.

Privacy Preference Center

      Necessary

      Advertising

      Analytics

      Other