PER GLI STUDENTI TARANTINI UNA RIFLESSIONE SULL’OLOCAUSTO (FOTO)

Come fai ad avere memoria di qualcosa che non hai provato? E’ questo l’interrogativo che muove il cortometraggio “Quale Memoria”? di Eugenio Di Fraia e Gianni Lacerenza, presentato nell’aula magna della scuola Cesare Giulio Viola di Taranto, presso il plesso Battisti di via Acton. Il lavoro dei due giovani autori è stato il punto di partenza per una riflessione approfondita sull’olocausto. Ospite, oltre al regista Di Fraia, anche il docente Vito Andrea Mariggiò del liceo De Sanctis di Manduria. L’incontro è stato moderato dal direttore di Taranto BuonaSera Enzo Ferrari. Non solo Shoah però, un pensiero anche al presente, alle vittime delle guerre e ai migranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *