GROTTAGLIE. ROCAMBOLESCO INSEGUIMENTO NEL CENTRO STORICO, UN ARRESTO

  • di

Rocambolesco inseguimento nel tardo pomeriggio di mercoledì nel centro storico di Grottaglie. Gli uomini del locale commissariato di Polizi hanno tratto in arresto – con la misura degli arresti domiciliari – un pluripregiudicato 24enne residente a Grottaglie, ritenuto responsabile di numerosi reati: resistenza e violenza nei confronti di un pubblico ufficiale, lesioni personali e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Il giovane mentre percorreva il centro di Grottaglie a bordo di una vettura è stato avvicinato dall’equipaggio di una volante, essendo già noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti penali e per il fatto di non aver mai conseguito la patente di guida, intimandogli invano l’alt.
Il 24enne, al contrario, avrebbe aumentato ancora di più la sua corsa violando più volte le prescrizioni semaforiche e sfrecciando per le vie del centro storico a folle velocità, compiendo manovre azzardatissime che avrebbe messo a serio e concreto rischio l’incolumità di pedoni e dei tanti automobilisti che ha incrociato e sorpassato rocambolescamente. La fuga del malvivente è proseguita lontano dal centro dove la volante è riuscita a piombare sull’auto obbligandolo ad abbandonare il mezzo. Il 24enne, dopo un lungo inseguimento a piedi è stato bloccato da un ispettore dell’equipaggio. Il giovane si sarebbe scagliato violentemente contro il suo inseguitore dando il via ad una colluttazione con esiti lesivi per il poliziotto che è riuscito comunque a vincere la resistenza ed arrestarlo. Nel cofano dell’auto – di proprietà di una 22enne di Grottaglie poi sanzionata per incauto affidamento del mezzo – è stato rinvenuto, ben occultato al di sotto della moquette, un grosso martello della cui presenza, il “fuggitivo”, non ha saputo dare alcun valido e giustificato motivo.
Dagli accertamenti sarebbero emersi tutti i precedenti del giovane che, peraltro, è stato arrestato in numerose occasioni: spaccio di stupefacenti, porto abusivo di armi clandestine, ricettazione, tentata estorsione, furto aggravato e riciclaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *