ILVA, EMILIANO: “SE PREMIER RIVEDE DECRETO DECADE RICORSO”

(ANSA) – BARI, 23 DIC – “Il presidente del Consiglio ha un mezzo fondamentale per chiudere il ricorso: modificare il Dpcm nel senso auspicato da Regione e Comune di Taranto”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine di una conferenza stampa sul potenziamento del personale Arpa a Taranto. “Appena il presidente del Consiglio firma un’altra edizione del Dpcm, il vecchio decade e decade l’impugnazione”, ha spiegato il governatore.

“Siamo convinti che la diretta assunzione della questione in capo al presidente del Consiglio dei ministri sia una buona notizia. Ho fiducia – ha aggiunto – nel presidente del Consiglio dei ministri e sono convinto che egli sia portatore di una terzietà rispetto alle vicende dell’acquisto dell’Ilva”.

“La Regione Puglia – ha aggiunto Emiliano – non ritirerà il ricorso sulla base di annunci”, e “sarà difficile che qualcuno mi costringa, attraverso pressioni non motivate, a fare alcunché”. “Bisogna lavorare, studiare, e trovare soluzioni per andare avanti nella procedura di vendita dell’Ilva – ha proseguito il governatore – e non ricattare le persone e meno che mai i Comuni e le Regioni”. Il governatore della Puglia ha detto di essere “pronto anche a incontrare Arcelor Mittal, e d’altra parte ho avuto già la disponibilità dell’azienda che mi chiede un incontro. Incontreremo l’azienda appena questa sarà disponile. Noi siamo convinti che un incontro tra noi e Arcelor Mittal, assieme ovviamente al Comune di Taranto, possa garantire la produzione e la salute dei cittadini, meglio di tutte le chiacchiere che sono state fatte fino a oggi”. Fonte ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *