ILVA, LAVORATORE USTIONATO DOPO ESPLOSIONE

Un’esplosione si è verificata questa mattina nella discarica del reparto Grf (Gestione rottami ferrosi) dello stabilimento Ilva di Taranto. L’incidente sarebbe stato causato dalla reazione in paiola, grosso contenitore di scorie ferrose prodotte dall’acciaieria, dovuta al contatto tra il materiale incandescente e l’acqua. Un operaio, Massimo Pugliese 42 anni di Ceglie Messapica, che svolge le mansioni di capo turno ed era nella cabina da cui effettuava l’operazione di svuotamento, ha riportato – secondo fonti sindacali – ustioni superficiali al collo, ai polsi e alla regione lombare ed è stato medicato nell’infermeria di stabilimento.

I Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) di Fim, Fiom e Uilm hanno inviato una comunicazione al direttore, al capo area e al capo reparto dell’area Acciaieria e, per conoscenza, al direttore di stabilimento, chiedendo di essere “convocati celermente” per conoscere le cause dell’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *