IMPOSTE EVASE, LA FINANZA SEQUESTRA BENI PER OLTRE UN MILIONE DI EURO

Militari del Gruppo di Taranto hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, per un ammontare complessivo di 1 milione e 156 mila euro, nei confronti di una ditta con sede a San Giorgio Ionico, impegnata nell’attività di estrazione da cave di materiali da costruzione.
Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Taranto, consegue ad una verifica fiscale eseguita nell’anno 2016 dal prefato Reparto del Corpo, in seguito alla quale i finanzieri hanno accertato che il titolare della ditta avrebbe omesso di dichiarare ricavi per 4 milioni e 100 mila euro ed evaso I.V.A. per 500 mila euro.
Il titolare della ditta fu denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di “dichiarazione infedele”. Nell’ambito della stessa attività operativa furono anche individuati alcuni lavoratori “irregolari”.
L’ammontare complessivo del decreto di sequestro preventivo è pari al totale delle imposte evase.
Foto in evidenza di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *