INAUGURATA LA CASERMA CARABINIERI IN CITTÀ VECCHIA (LE FOTO)

Alla vigilia del consiglio comunale di Taranto di venerdì 22 luglio in cui verrà trattato come primo punto all’ordine del giorno il caso della chiusura del pronto soccorso e del reparto di cardiologia del Moscati, interviene il consigliere comunale Aldo Renna.
“Ho chiesto personalmente la convocazione di questo Consiglio – ha detto in conferenza stampa – raccogliendo l’adesione di tredici consiglieri di maggioranza e opposizione. L’invito a partecipare è stato anche esteso ai consiglieri regionali ed al presidente Emiliano. Ma su questo pesano delle perplessità.”

“Infatti – sottolinea Renna – da voci di corridoio, il presidente Emiliano non dovrebbe essere presente a Taranto e lo stesso dicasi per il sindaco Stefàno che dovrebbe essere fuori città per motivi istituzionali. La loro presenza invece è fondamentale. Se il sindaco sapeva di non poter partecipare, avrebbe dovuto chiedere un’altra data per convocare il Consiglio. Inoltre, se Emiliano non dovesse venire allora sarò io a recarmi a Bari, martedì prossimo durante il consiglio regionale. Non possono trascurare un argomento delicato come quello della sanità.”.

“Inoltre – conclude il consigliere Renna, che recentemente ha fondato il movimento politico Uniti per Taranto – chiederò ad Emiliano di stanziare risorse per aiutare alcune famiglie tarantine che sono costrette a viaggi della speranza a Roma per far curare i loro figli ammalati a causa dell’inquinamento a Taranto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *