INCENDIO ALLA CISA, FIAMME LONTANE DA RIFIUTI E LAVORATORI (FOTO)

Nella notte tra il 21 ed il 22 agosto 2018 presso l’impianto di produzione CSS ed annesso stoccaggio ubicato nel Comune di Massafra (TA) in contrada Forcellara San Sergio, si è sviluppato un incendio che ha interessato un impianto del capannone di lavorazione.
L’incendio, subito domato dai vigili del fuoco che sono intervenuti insieme alle forze dell’ordine, ha riguardato un’area chiusa e circoscritta e si è verificato in un orario successivo al turno di lavoro pertanto non erano presenti operai e come da procedure di gestione l’area era totalmente sgombra da materiale di lavorazione (rifiuti).

I sistemi antincendio hanno permesso di contenere gli effetti del sinistro all’interno dell’area chiusa del capannone aziendale e limitato i danni unicamente alle strutture impiantistiche che Cisa sta già provvedendo a ripristinare.

Onde fugare ogni dubbio, tranquillizzare la cittadinanza ed evitare strumentali speculazioni, l’azienda ci tiene a precisare che l’incidente non ha avuto alcun impatto ambientale all’esterno dell’installazione. Non si è verificato alcun rilascio di inquinanti pericolosi. Gli impianti di abbattimento delle emissioni in atmosfera non si son fermati, non ci sono stati malfunzionamenti dei sistemi di controllo e monitoraggio né altro genere di incidente di interesse ambientale.

Infine, al fine di smentire facili allarmismi derivanti da fake news già diffuse sul web, teniamo a precisare che l’impianto oggetto dell’incendio nulla ha a che vedere col termovalorizzatore della Appia Enery, che com’è noto si trova in una zona diversa dall’impianto Cisa.

X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *