Home Cronaca INCIDENTE: PERDE LA VITA UN GIOVANE CALCIATORE

INCIDENTE: PERDE LA VITA UN GIOVANE CALCIATORE

INCIDENTE: PERDE LA VITA UN GIOVANE CALCIATORE
0

Ancora una giovane vittima a causa di un incidente stradale che si è verificato martedì pomeriggio a Francavilla Fontana e costato la vita a Pierfrancesco Copertino, di Avetrana di 22 anni. L’impatto fra la sua auto, una Citroen C3 a bordo della quale viaggiava con la fidanzata, per cause da accertare, ha impattato contro con una Volvo Station Wagon con a bordo un 50 enne della Città degli Imperiali. Lo scontro è avvenuto sulla circonvallazione, all’altezza dell’incrocio con San Marzano. A seguito dell’impatto la Citroen si è ribaltata e Pierfrancesco è morto sul colpo. Il ragazzo era un giovane calciatore, faceva il portiere nell’Avetrana calcio, squadra che milita nel campionato di promozione pugliese.
Sul posto gli agenti della polizia locale, i vigili del fuoco e i carabinieri per ricostruire l’accaduto.
La fidanzata della giovane vittima e il conducente della Volvo sono rimasti feriti. La ragazza, che ha riportato diverse fratture, è stata estratta dalle lamiere accartocciate della C3. Il 50enne ha riportato un trauma toracico.
Il 22 enne aveva avuto un’esperienza calcistica anche a Brindisi dove aveva anche studiato.
“La SSD Brindisi Football Club si associa al dolore che ha colpito la famiglia Copertino per la prematura scomparsa del caro Pierfrancesco- si legge in una nota della società- Pierfrancesco amava il calcio e, tra le varie esperienze calcistiche, ha giocato in passato come portiere nelle giovanili del Brindisi FC.
La Società, i calciatori, lo staff tecnico e i collaboratori tutti si augurano che il loro affetto giunta caloroso alla famiglia e agli amici di Pierfrancesco”.
Il 22enne lavorava a Lecce in un locale gestito da Daniele Vetrugno, ex calciatore della Virtus Francavilla.
“Abbiamo annullato gli eventi di musica per tutta la settimana. Pierfrancesco lavorava con noi da circa un anno- ha dichiarato Vetrugno al telefono- oggi siamo chiusi per stare accanto alla famiglia. Lui era un ragazzo come pochi, come piaceva a me- ha aggiungo il titolare del locale- poche parole e tanti fatti. Ma la vita è strana. Basti pensare che Pierfrancesco tornava dal funerale della nonna della sua ragazza”.
Servizio firmato da Anna Saponaro

Privacy Preference Center

      Necessary

      Advertising

      Analytics

      Other