INDENNITA’ DI PRODUTTIVITA’ 2016 E 2017, L’AMMINISTRAZIONE HA OPERATO CORRETTAMENTE

Il Direttore Generale del Comune di Taranto, il dott. Ciro Imperio, con un comunicato stampa rende noto che in merito all’indennità di produttività 2016 e 2017 l’amministrazione ha operato correttamente.
Nello specifico si legge che sono state “pubblicate ieri le prime sentenze riferite alle controversie di lavoro riguardanti l’indennità di produttività per gli anni 2016 e 2017, per cui parte dei dipendenti del Comune di Taranto aveva diffidato prima e poi proposto ricorso al Giudice del Lavoro, per ottenerne il pagamento.
Il Giudice del Lavoro, nelle ragioni della decisione ha argomentato che la domanda dei lavoratori ricorrenti è infondata”.
“Sulla complessa vicenda della produttività 2016 e 2017, l’Amministrazione Comunale aveva prudenzialmente accantonato le somme oggetto del contendere, pur ritenendo che le stesse non potessero essere corrisposte in quanto, a seguito di specifici rilievi da parte degli Ispettori del MEF, il Fondo del trattamento accessorio del personale dipendente aveva subito una sensibile riduzione e rideterminazione. Conseguentemente, non vi erano i presupposti giuridici e contrattuali per corrispondere la “produttività” di quegli anni. I contenuti della sentenza evidenziano, tra l’altro, che “negli anni 2016 e 2017 i contratti collettivi decentrati integrativi stipulati dal Comune di Taranto, a causa della riduzione del Fondo di cui all’articolo 15 del CCNL, non hanno previsto la erogazione della indennità di produttività”.
“L’accantonamento in bilancio delle risorse eccedenti la quantificazione fatta dal MEF – continua la nota a firma di Ciro Imperio – tendeva a preservare gli stanziamenti necessari nella remota ipotesi di una successiva rideterminazione, da parte della Corte dei Conti, della quantificazione del Fondo del trattamento accessorio destinato al personale dipendente.
Le sentenze in argomento testimoniano il corretto operato dell’Amministrazione Comunale, peraltro condiviso dalla maggior parte dei dipendenti dell’Ente che, invece, ha ritenuto di non proporre ricorso al Giudice del Lavoro”.
“In funzione del grande apprezzamento nutrito nei confronti di tutti i lavoratori che quotidianamente dedicano energie e costantemente si adoperano per il miglior funzionamento della macchina amministrativa, – conclude il Direttore Generale del Comune di Taranto – l’Amministrazione comunale, nel rispetto dei vigenti contratti collettivi, continuerà ad utilizzare ogni utile strumento di gratifica economica e professionale confidando in una sempre maggiore reciproca fiducia, nella consapevolezza di essere parti di un’unica Istituzione al servizio dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *