INTIMIDAZIONE AL SINDACO DI MARUGGIO, LA CONDANNA DEI POLITICI

ASSESSORE REGIONALE BORRACCINO “Una brutta sorpresa”: solo la sobrietà di un galantuomo come l’amico Alfredo Longo, sindaco di Maruggio, poteva commentare così l’intimidazione delinquenziale di cui è stato oggetto oggi.

Esprimo piena solidarietà nei confronti del Sindaco Longo, un rappresentante delle Istituzioni, nostro conterraneo, minacciato nell’espletamento della sua funzione.

Diciamo no alla logica degli attacchi alle Istituzioni democratiche territoriali, un vero e proprio presidio di legalità, di contrasto alla violenza e di vicinanza alle esigenze della popolazione.

Ci auguriamo che presto le Forze dell’ordine possano individuare la mano irresponsabile che ha osato mettere in atto questo gesto intimidatorio nei riguardi di un Sindaco, come Alfredo Longo, coerentemente e costantemente impegnato nella corretta Amministrazione e nella difesa della Legalità.

SENATORE VITALI “Leggo dalle agenzie di stampa di un pacco contenente una piccola carica di esplosivo trovato oggi davanti all’abitazione della madre del sindaco di Maruggio (provincia di Taranto), Alfredo Longo. Tutto il centrodestra condanna fermamente un simile gesto, tanto vile quanto spregevole che – sono certo – non intaccherà l’operato del Sindaco Longo né l’operato della magistratura nel trovare i diretti responsabili. Un ringraziamento alle forze di polizia ed agli artificieri del Comando provinciale dei Carabinieri che hanno prontamente delimitato l’area dell’abitazione e recuperato il pacco” è quanto rilasciato in una nota dal Sen. brindisino Luigi Vitali, commissario della Commissione Antimafia.

CONS. REGIONALE FRANZOSO “Solidarietà al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, per il vile atto intimidatorio subito”.
Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale.
“Incoraggio Alfredo a proseguire nel suo lavoro al servizio della comunità e auspico che le forze dell’ordine possano fare luce quanto prima sull’episodio, assicurando i responsabili alla giustizia. Qualsiasi gesto criminale che punti a colpire l’attività politica e amministrativa di un sindaco va represso con rapidità e fermezza”.

CONFAGRICOLTURA “Esprimo solidarietà personale e a nome di Confagricoltura Puglia e di Confagricoltura Taranto al sindaco di Maruggio Alfredo Longo per il vile e criminale atto intimidatorio subìto”. Lo dice il presidente di Confagricoltura Puglia e Confagricoltura Taranto Luca Lazzàro.

“La violenza va sempre condannata fermamente, sia perché contraria al vivere civile e sia perché costituisce un pericoloso freno allo sviluppo di un’economia sana. Per questo ci auguriamo che i responsabili vengano individuati al più presto”.

CONS REGIONALE MORGANTE “Esprimo solidarietà e vicinanza al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, destinatario oggi di una gravissima intimidazione. Un episodio sconvolgente che auspico sia chiarito in tempi rapidi dalle forze dell’ordine e dagli inquirenti, arrivando all’individuazione dei responsabili. Nella certezza che pure la comunità tutta di Maruggio farà sentire al primo cittadino, ai suoi familiari e all’amministrazione comunale la propria presenza, e saprà mobilitarsi insieme alle istituzioni in difesa della legalità e del rispetto delle regole alla base della convivenza civile e democratica”.

CONS REGIONALE TURCO “Massima solidarietà al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, vittima in queste ore di un vile atto intimidatorio nei confronti della sua famiglia. Al netto delle differenze politiche, non deve mai mancare la vicinanza tra gli amministratori della cosa pubblica, specie per far fronte comune contro ogni forma di violenza e di illegalità. Ci auguriamo che le autorità preposte facciano al più presto chiarezza individuando i responsabili e riportando la giusta serenità all’intera comunità di Maruggio”.

Lo dichiara il consigliere regionale di Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia, Giuseppe Turco.

TANT GLI ATTESTATI DI SOLIDARIETÀ ANCHE VIA SOCIAL, COME QUELLI DEI SINDACI DI CASTELLANETA E LATERZA, GUGLIOTTI E LOPANE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *